ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Palermo, ancora caos: Corini se ne va. Al suo posto favorito Diego Lopez
Palermo, ancora caos: Corini se ne va. Al suo posto favorito Diego Lopez
Corini ex allenatore Palermo. Twitter

Palermo, ancora caos: Corini se ne va. Al suo posto favorito Diego Lopez

Altro ribaltone in casa Palermo: Eugenio Corini si è dimesso dopo il k.o. con l’Inter. L’uruguagio Diego Lopez favorito su Bortoluzzi e De Canio.

A nulla è valso l’ultimo tentativo di confronto col direttore sportivo Salerno, che ha cercato di far tornare l’allenatore veneto sui propri passi, già peraltro indicati domenica pomeriggio dopo l’ennesima sconfitta casalinga di una stagione travagliatissima per i rosanero.

Corini lascia il Palermo al penultimo posto in classifica con appena 10 punti conquistati in 21 giornate; 4 di questi sono arrivati in 7 turni sotto la sua gestione. Il veneto è stato il terzo allenatore stagionale sulla panchina siciliana, dopo Ballardini (nelle prime due giornate) e De Zerbi (dalla 3ª alla 14ª).

Ora si aprono nuovi scenari per la guida del Palermo, bisognoso di trovare un nuovo condottiero, il quarto di un’annata che in lungo e in largo sta palesando terribili affinità con quella scorsa: escluso a priori un clamoroso ritorno di Ballardini, non convinto della situazione stando anche alle parole del d.s. Salerno, l’indiziato numero uno dovrebbe essere l’ex tecnico di Cagliari e Bologna Diego Lopez, già in volo dall’Uruguay verso Palermo. Al ribasso le possibilità che portano i nomi di De Canio e Bortoluzzi.

Ha parlato infine anche il patron del Palermo Zamparini. A Sky Sport il presidente rosanero ha commentato: «Io credo ancora alla salvezza. Reputo che, con i rinforzi in procinto di essere ingaggiati dal d.s. Salerno, ci possiamo salvare. Non ero contento del gioco di Corini, per Eugenio era un compito difficile: non è riuscito a cambiare la mentalità della squadra. Non abbiamo scelto ancora nessuno per la panchina. Diego Lopez sta arrivando in Italia, Salerno lo conosce bene e valuteremo. È il profilo preferito dal direttore Salerno, io devo conoscerlo un po’, ma il mio direttore ha il 100% della mia fiducia: mi fido di lui».


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*