ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Coppa d’Africa: El Hadary la leggenda, il pararigori a 44 anni manda l’Egitto in finale!
Coppa d’Africa: El Hadary la leggenda, il pararigori a 44 anni manda l’Egitto in finale!
El Hadary, Coppa d'Africa. Twitter

Coppa d’Africa: El Hadary la leggenda, il pararigori a 44 anni manda l’Egitto in finale!

Sarà l’Egitto di Hector Cuper la prima finalista della Coppa d’Africa 2017: i Faraoni stendono ai rigori il Burkina Faso 3-4 (1-1 al 90’) nel segno di El Hadary.

44 anni e non sentirli, affatto: il portiere diventato leggenda in Egitto e in tutto il Continente nero diventa ancora di più uomo simbolo della sua nazionale mettendoci lo zampino, anzi i guantoni, nella lotteria dei penalties che premia i Faraoni e li proietta nella finale della manifestazione. Essam El Hadary vi parteciperà dopo i precedenti del 2006, 2008 e 2010 e lo farà dopo aver neutralizzato dagli undici metri pure lo spavaldo giovane collega burkinabé Koffi: 22 anni in meno e tanta strada da fare in termini d’esperienza per eguagliare l’High Dam egiziano.

Gara romanzesca, quella di Libreville, con gli Stalloni di Paulo Duarte a fare la partita per quasi 60’ e preferibili sul piano fisico. Prodigioso l’intervento di El Hadary al 57’ sull’incursione da destra dello scatenato Nakoulma. Al 65’ però l’inatteso vantaggio dei Faraoni: una saetta scagliata dalla stella della serata, Momo Salah, che si infila all’incrocio con tanti saluti a Koffi.

Gli Stalloni però non si smarriscono e trovano il pari quasi immediatamente Yago va sul fondo, tocca di tacco per capitan Kaboré, il cui cross viene intercettato in area da Aristide Bancé. Stop di petto e tiro al volo con palla alle spalle di EL Hadary.

Nei supplementari il confronto si fa via via sempre più equilibrato, fino al drammatico epilogo ai calci di rigore. I burkinabé vanno in vantaggio dopo che il loro portiere Koffi sposta sul palo il primo penalty di El Said e che gli Stalloni hanno segnato tutti. Ma è proprio il giovane portiere dell’Asec Abidjan a presentarsi a sorpresa dal dischetto e a mandare all’aria tutto. El Hadary para una volta e, dopo la trasformazione di Warda, ruggisce in faccia pure a Bertrand Traoré, regalando – a lui e a tutto l’Egitto – una notte da romanzo. Quella che ha come protagonista un portiere di 44 anni che balza ancora come un gatto…


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*