ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Area Zero-D’Amico-Utensilnord, l’Uci registra la Continental italiana
Area Zero-D’Amico-Utensilnord, l’Uci registra la Continental italiana

Area Zero-D’Amico-Utensilnord, l’Uci registra la Continental italiana

Una nuova Continental italiana è registrata dall’Unione Ciclistica Internazionale: è l’Area Zero-D’Amico-Utensilnord, che comincia la sua quarta stagione nella terza categoria del ciclismo. Dopo settimane di attesa, l’Uci ha provveduto a iscrivere regolarmente la formazione diretta dal general manager Ivan De Paolis.

È proprio quest’ultimo a presentare il nuovo progetto, non nascondendo come nell’ultimo anno ci siano state delle difficoltà, ma al tempo stesso anche tanti “bei momenti e belle soddisfazioni”. Con la “passione” e con la dedizione che hanno contraddistinto questo gruppo nei tre anni precedenti, si riparte in cerca di nuove sfide.

E non mancano le novità, a partire dal secondo sponsor Utensilnord, già presente lo scorso anno, ma che quest’anno va a rimarcare il più forte impegno in favore del team. Si affiancano, poi, altri sponsor tecnici come CronoCycling Shoes per le scarpe, GSG Cycling Wear per l’abbigliamento tecnico, LIMAR Helmets per i caschi, Power Race per gli occhiali. Ed infine la concessionaria Pasquarelli Auto di Chieti che ha fornito le ammiraglie. Utensilnord va a sostituire Bottecchia e, di conseguenza, cambia anche il marchio delle biciclette che saranno fornite ai corridori: le bici saranno le Carrera AR01, nati all’interno delle officine Carrera Podium Bicycles di Davide Boifava.

Infine l’organico. Sono undici i corridori che compongono il roster 2017. Solo tre i confermati: Pietro Di Genova, Nicola Genovese e Fabio Tommassini. A loro si aggiungono otto nuovi arrivati: Marcello Merlino, Francesco Petrini, Angelo Raffaele, Nicolas Samparisi, Samuele Simoncini, Angelo Vitiello e il colombiano Sebastian Caro Monroy, unico straniero del team. Ad affiancare Ivan De Paolis in ammiraglia c’è il direttore sportivo Massimo Codol.

Nel 2016 non sono mancate belle prestazioni, come quelle di Antonino Parrinello, il  migliore del team, capace di vincere due corse tra Francia (Ronde de l’Oise) e Polonia (Puchar Uzdrowisk Karpackich). Chissà che nel non 2017 si riesca a fare meglio con gli altri atleti presenti in rosa.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*