ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, recupero 18ª: Mandzukic-Higuain e la Juve sbanca Crotone, 0-2 per la fuga
Serie A, recupero 18ª: Mandzukic-Higuain e la Juve sbanca Crotone, 0-2 per la fuga
Mandzukic Crotone-Juventus, Serie A. LaPresse

Serie A, recupero 18ª: Mandzukic-Higuain e la Juve sbanca Crotone, 0-2 per la fuga

Missione compiuta: in casa della matricola di Serie A la Juve ci mette un’ora per carburare, poi con l’arsenale pesante sbanca lo Scida. La fuga riparte.

In una città letteralmente impazzita per l’arrivo di Madama (con lo Scida che ha segnato il record d’incassi) la squadra di Allegri ha fatto quel che doveva fare alla vigilia: vincere e rimandare la Roma a -7. Attenzione però: il Crotone ha tenuto strenuamente il suo fortino per un’ora di gioco tirando le barricate davanti a Cordaz e chiudendo miracolosamente il primo tempo sullo 0-0.

Dopo l’intervallo però il divario tecnico fra calabresi e campioni d’Italia è uscito tutto quanto, con la Juve che ha messo in luce le sue due bocche di fuoco e ha ristabilito l’imprinting delle ultime settimane: bella, immacolata in difesa e letale davanti.

Il primo tempo regala emozioni soprattutto nei minuti finali, quando a pochi secondi dal fischio Ferrari salva sulla linea su un tiro sporco di Dybala; l’azione era iniziata con un colpo di testa di Pjaca parato da Cordaz.

Così si va al riposo sullo 0-0, cosa mai successa alla Juventus a cinque stelle varata dopo la scoppola di Firenze: con il nuovo modulo ha sempre segnato nei primi 45 minuti; il Crotone dunque può vantarsi di aver tenuto a bocca asciutta la Juve almeno nel primo tempo, nonostante gli accorgimenti tattici di Allegri, che ha anche spostato i tre trequartisti dietro a Higuain, con Pjaca messo a sinistro, Dybala piazzato a destra e Mandzukic incursore centrale.

Nel secondo tempo però non c’è stata storia: con Dybala che veniva basso a prendersi il pallone e trasformava il campo in praterie per Asamoah e Dani Alves (rientrato dal 1’) il gol non ha tardato ad arrivare. Per i bianconeri il momento buono è arrivato poco dopo il quarto d’ora: testa di Asamoah che costringeva Cordaz al tuffo, sulla respinta Mandzukic firmava l’1-0. Chi s’aspettava la prima rete di Pjaca ha visto invece il ritorno al gol dell’altro croato in bianconero, che non segnava in campionato da ben 2 mesi.

La squadra di Nicola, fino a quel punto praticamente nulla in attacco, non ha reagito ed era inutile aspettarsela una reazione. Un altro quarto d’ora e la Signora ha chiuso la sua trasferta calabrese: Rincon serviva un pallone filtrante per Higuain (16 gol in campionato) che si smarcava e segnava il 2-0. I calabresi chiudevano con il 4-5-1, la Juve c’ha provato ancora con Pjanic (botta al volo sulla traversa) e Higuain, ma il risultato era già acquisito.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*