ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 24ª giornata: la Lazio s’illude ma il Milan risorge all’ultimo, all’Olimpico è 1-1
Serie A, 24ª giornata: la Lazio s’illude ma il Milan risorge all’ultimo, all’Olimpico è 1-1
Suso Lazio-Milan, Serie A. LaPresse

Serie A, 24ª giornata: la Lazio s’illude ma il Milan risorge all’ultimo, all’Olimpico è 1-1

Nel posticipo della 24ª di Serie A Lazio e Milan s’equivalgono, almeno nel risultato: 1-1 all’Olimpico. Una perla di Suso impatta il rigore di Biglia.

In balia dei biancocelesti per oltre 85’, i rossoneri salvano la pelle grazie al sinistro d’autore del solito Sus, che torna al gol dopo 3 mesi d’astinenza: è 1-1 all’Olimpico nello scontro diretto in chiave Europa League, ai biancocelesti non è bastato il rigore di Biglia nel finale di primo parziale.

I montelliani si confermano dunque squadra indomabile e dura a morire, capace di risorgere dalle sue ceneri dopo aver incendiato tutte le aspettative di inizio partita con primi tempi inguardabili e mandati al rogo per mancanza di approccio. Il Diavolo però ha due facce e, messo sotto per la gran parte del match da una Lazio asfissiante ma anche sciupona, si rialza con la zampata che vale il pari d’oro: la squadra lombarda s’aggrappa ancora alla corsa per l’Europa di questa Serie A.

Mastica amaro invece la squadra di Inzaghi, che sale a 44 punti, conservando i tre punti di vantaggio sullo stesso Milan. Punti che a quest’ora però potevano essere sei…

Il Milan subisce gli assalti della Lazio per tutto il primo tempo: trascinata da un Felipe Anderson a tratti incontenibile la squadra capitolina cinge d’assalto la porta di Gigio Donnarumma, che però abbassa la saracinesca in più d’un’occasione.

Quando sta per profilarsi lo 0-0 prima dell’intervallo i rossoneri sono costretti a capitolare: Ciro Immobile si procura un penalty sul contatto con Gustavo Gomez (più che con lo stesso portierone rossonero) e Lucas Biglia trasforma con freddezza per l’1-0 biancoceleste. Una statistica però certifica il dominio assoluto della squadra di Inzaghi nei primi 45’: ben 16 i tiri subiti dal Milan in tutto il primo tempo, il 50% nello specchio, più che in qualsiasi altro primo tempo di questa Serie A.

La ripresa non cambia l’antifona dell’incontro: nonostante il risultato lo imporrebbe il Milan continua a subire e la Lazio a premere, e a sprecare regolarmente sotto porta. Immaginando un duello fra due cowboy sull’orlo di un burrone, il Diavolo è quello che è aggrappato con l’ultimo dito all’ultimo lembo di roccia: pronto a cadere da un momento all’altro.

La Lazio produce e spreca l’inverosimile con Keita, Anderson e soprattutto Immobile, ipnotizzato da Gigio. Poi, sul più bello, Suso s’inventa il gol che zittisce l’Olimpico: Sosa ispira, lo spagnolo punta la difesa biancoceleste e piazza il sinistro a giro in buca d’angolo. È l’1-1 che fa ammattire Inzaghi e sorridere Montella, ancora per una notte. Anche se i dubbi su questo Milan restano eccome.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*