ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Champions, il Napoli dal sogno alla disfatta: il Real rimonta e fa 3-1
Champions, il Napoli dal sogno alla disfatta: il Real rimonta e fa 3-1
Kroos Real-Napoli, Champions. AFP

Champions, il Napoli dal sogno alla disfatta: il Real rimonta e fa 3-1

Nell’andata degli ottavi di Champions il Napoli spaventa il Bernabeu con un’invenzione di Insigne; poi il Real la ribalta completamente. Ora servirà l’impresa.

Meno coraggioso, meno arrembante del solito: poca cazzimma, per dirla col patron De Laurentiis. Il Napoli accarezza per dieci minuti il grande sogno del colpaccio nel tempio del calcio mondiale chiamato Bernabeu, poi però si liquefa davanti a un Real magari non spettacolare ma solido e concreto nel momento in cui decide di forzare: ne esce fuori un 3-1 pesante per gli azzurri, che ora al San Paolo fra tre settimane dovranno giocare la partita della vita. Discorso qualificazione comunque non ancora chiuso

Timido, remissiva e quasi troppo riverente il Napoli, che anche considerando il vantaggio immediato e la grande occasione di Mertens a metà ripresa, esce con qualche rimpianto di troppo da questa sfida di andata. Il centrocampo del Real composto da Modric, Kroos e Casemiro, ha fatto la differenza, e non solo per i gol del tedesco e del brasiliano (stupendo collo piede destro a scendere per il 3-1) che nel secondo tempo hanno completato la rimonta aperta dal pari di Benzema. Nella squadra di Sarri male Zielinski, Mertens e la difesa. Buona prestazione di Insigne, il solo azzurro parso a livello di partite di questa levatura.

Un gran peccato, considerando quell’inizio da brividi nel Bernabeu con una folta presenza di tifosi napoletani. Dopo il tiro di Benzema dopo appena 20” rintuzzato da Reina, tutta Napoli esplode: Hamsik sfrutta la sponda di Mertens e mette in mostra Insigne, che con la coda dell’occhio vede mal posizionato Keylor Navas. Destro a giro di prima intenzione dai 30 metri e portiere del Real beffato. Il 24 azzurro segna un gol da fuoriclasse che resterà negli annali e nella sua memoria: Insigne diventa il sesto italiano a segnare al Bernabeu contro il Real Madrid nella moderna Champions, prima di lui De Rossi, Cassano, Del Piero e Pirlo.

Il gran gol di Insigne però ha l’effetto di risvegliare il gigante madridista, che da quel momento prende in mano le redini del gioco e non le molla più. I blancos di Zidane azionano il pressing alto, Carvajal e Marcelo cominciano a spingere come forsennati sulle fasce senza che i duo Mertens-Ghoulam e Callejon-Hysaj riescano a rispondere.

Ci provano Ronaldo, Benzema e Modric, fino al pareggio del francese al 19’. Cross con l’esterno destro pregevole di Carvajal per lo stacco di Benzema, che si infila dietro il distratto Albiol e batte Reina. Il Real attacca ancora e sul finire di primo tempo sfiora il 2-1: grande giocata di Ronaldo per Benzema, che supera Reina in uscita, ma centra il palo esterno sprecando il possibile vantaggio.

Nella ripresa il Real riprende le operazioni e piazza un uno-due micidiale che affossa le già timide speranze napoletane: Prima Ronaldo siede Koulibaly sull’out di destra e mette al limite per il piattone piazzato di Kroos, che infila nell’angolino il 2-1; poco dopo Casemiro si inventa un siluro al volo da fuori clamoroso: 3-1 da stropicciarsi gli occhi e Napoli alle corde al 54’.

Le merengues attaccano, gli azzurri provano a difendersi e tra il 68’ e il 70’ hanno due grandi occasioni per riaprire la partita. In entrambe è Mertens a fallire la chance: prima alza col destro da centro area una perfetta sponda volante di Callejon, poi calcia addosso a Navas in uscita un preciso invito di Insigne. All’81’ viene anche annullato per fuorigioco (giustamente) un gol a Callejon, mandato in porta dal solito Insigne. L’unico napoletano in campo ad avere la cazzimma napoletana tanto richiesta dal presidente.

Il 7 marzo dunque agli uomini di Sarri servirà un’impresa biblica per qualificarsi ai quarti. Il San Paolo sarà il dodicesimo uomo in campo e anche di più.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*