ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 26ª giornata: Verona e Spal si equivalgono, al Bentegodi è 0-0
Serie B, 26ª giornata: Verona e Spal si equivalgono, al Bentegodi è 0-0
Pazzini Verona-Spal, Serie B. Ansa

Serie B, 26ª giornata: Verona e Spal si equivalgono, al Bentegodi è 0-0

Tanta sostanza, zero gol: il duello fra Verona e Spal, posticipo di lusso della 26ª di Serie B, termina con un nullo di fatto. Paura per un tifoso caduto dagli spalti.

Si danno battaglia, l’Hellas grande favorita di questa cadetteria e la rivelazione-Spal, che sogna ancora il doppio salto mortale dalla Lega Pro alla massima serie attraverso questa Serie B, ma alla fine le due compagini finiscono per equivalersi. La squadra di Pecchia fallisce l’aggancio alla capolista Frosinone, che resta lontana 2 lunghezze a 48 punti, ma almeno riacchiappa il Benevento al secondo posto; un gradino più sotto ci sono gli estensi. La lotta sarà lunga.

Il Verona prende il comando delle operazioni e staziona sulla trequarti ferrarese ma senza mai cambiare marcia (c’è solo un abbraccio di Bonifazi a Pazzini al limite del fallo con l’arbitro che lascia correre). La squadra di Semplici però si dimostra micidiale nelle ripartenze: al 28’ Schiattarella ruba palla a Fossati ed entra in area, palla all’indietro ma Floccari strozza troppo la conclusione e l’occasione sfuma fra le braccia di Nicholas.

Pazzini si danna l’anima cercando di suonare la carica ma all’intervallo si va sullo 0-0. Nella ripresa, subito un paio di gialli agli ospiti: prima Floccari, poi Mora che diffidato salterà la gara col Perugia. Poi la partita comincia ad accendersi e sparare mortaretti prima dei fuochi d’artificio del finale.

Al 17’ tiro insidiosissimo di Bessa che sibila fuori di un niente alla destra di Meret; l’Hellas colleziona corner su corner ma i ferraresi non patiscono più di tanto.

A un certo punto gli oltre 17 mila concentrano quasi più i loro sguardi fra il campo e il settore di Curva Nord da cui è caduto un tifoso della Spal; si resta col fiato sospeso al Bentegodi finché i primi soccorsi ravvisano qualche frattura ma senza conseguenze ulteriori per fortuna.

Al 24’ momento amarcord per il pubblico gialloblù: Semplici spedisce in campo Gianmarco Zigoni, figlio di quel Giancarlo che a Verona ricordano ancora con affetto smisurato come uno dei più grandi talenti passati dal Bentegodi. Proprio Zigoni jr al 31’ ha l’occasione buona ma la spara addosso a Lazzari.

5’ dopo il miracolo lo fa Meret sulla deviazione giusta di Cappelluzzo su cross di Fares. Il finale è emozionante. Vicari (40’) in mischia, tutto solo sul secondo palo, coglie in pieno la traversa. Va dentro anche Ganz per gli ultimi assalti, il Verona le prova tutte ma la Spal è tosta.

Cinque minuti di recupero, Zaccagni prende il rosso per un fallo solo duro ma non cattivo su Arini. Ultimo sussulto al 51’ con la punizione dal limite che mette i brividi al Bentegodi, con Del Grosso che calcia sulla barriera. Finisce 0-0. Contenti tutti alla fine: Verona e Spal si giocheranno la Serie A fino alla fine.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*