ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Champions, ottavi: Porto-Juventus formazioni ufficiali
Champions, ottavi: Porto-Juventus formazioni ufficiali
Pjanic Dinamo Zagabria-Juventus. Foto LaPresse

Champions, ottavi: Porto-Juventus formazioni ufficiali

Scende in campo l’altra italiana della Champions League. La Vecchia Signora scende in campo al Dragao. Porto-Juventus formazioni ufficiali.

FORMAZIONI UFFICIALI

PORTO (4-4-2): Casillas; Pereira, Felipe Augusto, Marcano, Alex Telles; Ruben Neves, Herrera, Pereira, Brahimi; André Silva, Soares. All.: Nuno Espirito Santo.

La panchina: José Sá, Miguel Layún, Boly, André André, Óliver Torres, Diogo Jota, Corona.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanić; Cuadrado, Dybala, Mandzukić; Higuaín. All. Massimiliano Allegri

La panchina: Neto, Benatia, Marchisio, Pjaca, Asamoah, Dani Alves, Rugani.

I bianconeri scenderanno in campo com’è noto senza Leonardo Bonucci, spedito in tribuna come provvedimento disciplinare dopo la discussione molto accesa fra lui e Massimiliano Allegri sul finire di Palermo-Juventus dello scorso venerdì. Una decisione che il tecnico livornese ha preso di comune accordo con la società e che era stata già abbondantemente comunicata al difensore viterbese, pare già da sabato mattina.

IL PORTO. Tant’è: la Juve si rituffa nell’atmosfera Champions dopo il sorteggio di dicembre che le regalò un’avversaria sulla carta abbordabile, il Porto, fra le meno competitive rimaste in questa edizione ma pur sempre ostica da affrontare e per una marea di motivi.

In primis, il dispiacere arrecato a un’altra italiana, la Roma, all’alba di questa stagione: nei playoff di accesso alla Champions i Dragoes furono capaci di far fuori i giallorossi di Spalletti (1-1 al do Dragao, 0-3 portoghese all’Olimpico).

In secundis, la squadra di Nuno Espirito Santo a parte una sconfitta di poco conto nella Taça da Liga contro la Moreirense il 3 gennaio scorso dallo scorso settembre non ha più conosciuto il segno della sconfitta.

Impegnata nella lotta per il titolo della Primeira Liga insieme al Benfica (avanti di una lunghezza dopo 22 giornate, 54 punti vs. 53) i biancoblu di Portogallo hanno poi la migliore difesa d’Europa: in campionato hanno subito solo 11 reti in 22 giornate. Di queste, sette sono state subite in casa e quattro in trasferta. Al do Dragão fare gol al Porto non è cosa semplice.

Nel girone G di Champions, chiuso al secondo posto a 9 punti, la squadra di Nuno Espirito Santo ha incassato solo tre gol. Organizzazione di gioco da tenere in seria considerazione, anche perché in porta c’è un “vecchietto” tutt’altro che inaffidabile chiamato Iker Casillas: veterano sì ma con un’esperienza europea alle spalle incredibile.

I PRECEDENTI. I tre precedenti in campo europeo tra le due squadre sono stati tutti favorevoli alla Juventus, che ha battuto il Porto 2-1 nella finale di Coppa delle Coppe del 1984 a Basilea, mentre nella prima fase a gironi della Champions League del 2001/02 ha ottenuto un pareggio in trasferta (0-0) e una vittoria in casa (3-1).

LE FORMAZIONI. Il 4-2-3-1 a trazione ultraoffensiva di Massimiliano Allegri giunge dunque alla prova del nove: tutti sono curiosi di vedere all’opera pure in Champions League la Juve a cinque stelle con Pjanic, Cuadrado, Dybala, Mandzukic e Higuain in campo tutti e cinque tutti insieme in una volta. In difesa, al posto di Bonucci, dentro ovviamente Rugani che ha già dimostrato di saper far bene in Europa. Sulla destra ballottaggio Lichtsteiner-Dani Alves col primo favorito.

Nuno Espirito Santo punterà invece sulla velocità e il talento del trequartista Brahimi, molto bravo nel tiro dalla distanza e sui calci piazzati, e dell’attaccante della nazionale portoghese André Silva, 21 anni e prossimo uomo-mercato del club, visto che ha già segnato tredici gol in Primeira Liga e quattro in Champions League. Sull’out di sinistra l’ex interista Alex Telles; dall’altra parte l’uruguagio Maxi Pereira.

PROBABILI FORMAZIONI

PORTO (4-4-2): Casillas, Maxi Pereira, Marcano, Felipe, Alex Telles, Danilo, Herrera, Óliver Torres, Brahimi, André Silva, Soares. All.: Espirito Santo

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon, Lichtsteiner, Rugani, Chiellini, Alex Sandro, Pjanić, Khedira, Cuadrado, Dybala, Mandžukić, Higuaín. All.: Allegri


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*