ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Federer, rientro amaro a Dubai. Nadal brilla ad Acapulco
Federer, rientro amaro a Dubai. Nadal brilla ad Acapulco

Federer, rientro amaro a Dubai. Nadal brilla ad Acapulco

Dopo il trionfo agli Australian Open 2017, diciottesimo Slam in carriera, Roger Federer è tornato in campo al Dubai Duty Free Tennis Championships, Masters 500 di scena sul cemento della metropoli degli Emirati Arabi.

Dopo un comodo debutto contro il francese Benoit Paire, agevolmente sconfitto al primo turno, il campione svizzero è inaspettatamente scivolato al secondo turno contro il russo Evgeny Donskoy, numero 116 del ranking atp, che si è imposto in tre set con il punteggio finale di 36 76(7) 76(5). Un Roger poco lucido nei momenti decisivi, che ha sprecato ben tre match point ed è stato infilzato dall’incredulo avversario, che ha portato a casa la partita.

A Dubai rimane in corsa, da favorito numero uno, Andy Murray, che invece viaggia spedito dopo esser clamorosamente scivolato nel primo grande appuntamento della stagione, il già citato Major di Melbourne. Lo scozzese ha liquidato facilmente lo spagnolo Guillermo Lopez ed è già ai quarti di finale di un torneo che l’ha visto arrivare soltanto una volta all’ultimo atto nel 2012.

Non solo Dubai. Contemporaneamente all’appuntamento arabo, è Masters 500 anche in Messico, con l’Abierto Mexicano Telcel che si svolge sul cemento della città di Acapulco. Qui sono in campo, tra gli altri, Novak Djokovic e Rafael Nadal. Quest’ultimo ha schiaffeggiato – sportivamente parlando – l’italiano Paolo Lorenzi nell’ultimo turno e ha centrato i quarti di finale con apparente facilità, dimostrando di poter dare continuità al nuovo exploit avuto in Australia.

Si sta rivelando più insidioso il cammino del serbo, che ha faticato non poco per avere la meglio del rientrante Juan Martin Del Potro. L’argentino aveva battuto l’europeo nell’ultima sfida giocata, ma stavolta ha prevalso per 46 64 64 il ventinovenne di Belgrado, che ha saputo rimontare di un break nel set decisivo, per poi superare l’avversario con un controbreak.

I due Masters 500 di Dubai ed Acapulco costituiscono per alcuni dei big l’ultimo appuntamento prima del primo Masters 1000 della stagione, vale a dire Indian Wells.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*