ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 28ª giornata: 3-1 al Torino, la Lazio rilancia ed è di nuovo 4ª
Serie A, 28ª giornata: 3-1 al Torino, la Lazio rilancia ed è di nuovo 4ª
Immobile-Biglia Lazio-Torino, Serie A. LaPresse

Serie A, 28ª giornata: 3-1 al Torino, la Lazio rilancia ed è di nuovo 4ª

Ma che bella Lazio! La squadra di Simone Inzaghi stende 3-1 il Torino nell’ultimo anticipo della 28ª di Serie A e vola di nuovo al 4° posto.

I biancocelesti continuano nel loro momento di grazia e, fra bel gioco e risultati, si lasciano di nuovo alle spalle l’Inter dell’ex Pioli.

Gara condotta sapientemente dalla banda laziale, con Immobile e Felipe Anderson che sono i primi a dare fiato alle trombe. Poi Biglia rischia in uno scontro con Iturbe: una botta al ginocchio da cui poco dopo si riprende.

Attorno alla mezz’ora i primi squilli: Torino vicino al vantaggio con una punizione di Iturbe che né Rossettini né Belotti riescono a deviare a due passi da Strakosha. La Lazio invece viene tradita due volte da Immobile, che solo davanti a Hart prima cincischia e poi con un destro piazzato dal limite non trova il bersaglio.

Pure nella ripresa la musica non cambia e il Toro di Mihajlovic deve trovare i mezzi con cui difendersi. Parolo sfiora l’1-0 da pochi passi ma Immobile lo trova al 56′, ribadendo in rete un cross di Basta mal deviato da Moretti. Per lui pesantissimo gol dell’ex, e sfida a distanza vinta contro il Gallo Belotti.

Milinkovic-Savic e Benassi impegnano i due portieri avversari, poi il Toro pesca il pari al 72′: Maxi Lopez, entrato da 8 minuti al posto di un Ljajic ancora una volta abulico e mediocre, approfitta di un’uscita a farfalle di Strakosha e spizza in rete la punizione di Iturbe. Per il Galino è il primo gol in questa Serie A.

La Lazio però non ci sta e parte all’assedio finale verso il castelletto granata. Immobile e Parolo ci provano in tutte le maniere, ma ci serve un guizzo da vero campione del subentrato Keita per sfondare di nuovo la porta di Hart.

Dopo che infatti Belotti ha il pallone del sorpasso ma lo spara di poco a lato, è la Lazio che trova il vero raddoppio: all’87’ il senegalese appena entrato sfodera una parabola alla Del Piero e fa esplodere l’Olimpico. Nel recupero arriva il 3-1: Lulic per Felipe Anderson e destro imparabile del brasiliano.

Per i biancocelesti è il classico gioco, partita, incontro: la rincorsa all’Europa continua.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*