ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 30ª giornata: il Verona sbatte sull’Ascoli, la Spal è prima da sola
Serie B, 30ª giornata: il Verona sbatte sull’Ascoli, la Spal è prima da sola
Ganz Verona-Ascoli, Serie B. LaPresse

Serie B, 30ª giornata: il Verona sbatte sull’Ascoli, la Spal è prima da sola

Aggancio alla vetta fallito per il Verona: nel posticipo della 30ª di Serie B l’Hellas assedia l’Ascoli ma non schioda lo 0-0. La Spal resta dunque capolista.

La squadra di Pecchia paga forse l’assenza di Pazzini, bloccato dalla cervicalgia, e fa un solo passettino verso la Serie A: i gialloblù riprendono il Frosinone a 53 ma falliscono soprattutto l’aggancio alla Spal, che per una settimana resterà in vetta alla Serie B con 55 punti.

I marchigiani di Aglietti strappano dunque un pari con gli occhiali preziosissimo grazie all’orgoglio e a un Lanni in versione super, capace di parare pure un rigore a Romulo. I bianconeri vanno a 35 punti, a +4 sulla zona playout.

Su calcio da fermo i primi sussulti: Ferrari al 24′ non trova la porta sul secondo palo sull’angolo di Romulo; Cacia manda alto due minuti dopo la punizione forte di Gigliotti. Le palle migliori nella prima mezzora capitano a Ferrari. Il Verona preme, ma l’Ascoli non resta passivo e fa la sua onesta partita. I veneti ci provano con Siligardi e Zuculini, il cui intervento è salvato in via provvidenziale da Mengoni.

Il tema della gara non cambia nemmeno all’inizio della ripresa, col Verona deciso a stringere i tempi e a forzare ancor di più la partita. Il fendente sinistro di Siligardi finisce alto. Poi in modo quasi casuale con una ripartenza l’Hellas ha la grande occasione per passare in vantaggio al 14’: Cappelluzzo sposta la palla e induce al fallo l’ingenuo Cassata; è rigore ma dagli undici metri Romulo tira precisamente ma senza forza, con Lanni che ci arriva e devia in angolo. Il duello fra l’esterno brasiliano e il portiere ascolano si ripete tre minuti dopo.

Nella girandola dei campi Aglietti e Pecchia mandano in campo i gioiellini Orsolini e Ganz. Poi, dopo un altro paio di occasioni veronesi, esce pure il bianconero Cacia col Bentegodi che gli tributa la giusta ovazione per i suoi trascorsi in gialloblù (l’attaccante fu capocannoniere nella Serie B 2013 con 24 gol).

Pecchia (39′) butta nella mischia anche Luppi, togliendo Siligardi. L’Hellas colleziona angoli, su quello del 43′ il colpo di testa di Ganz prende il palo. Di schemi non ce ne sono più. Nonostante i tre minuti di recupero l’Hellas non riesce a sfondare il fortino. L’Ascoli torna nelle Marche con un punto d’oro; il Verona si mangia le mani.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*