ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Androni-Sidermec, una Tirreno da applausi: che numeri da Ballerini e Bernal
Androni-Sidermec, una Tirreno da applausi: che numeri da Ballerini e Bernal
Davide Ballerini (Androni-Sidermec), maglia verde della Tirreno-Adriatico 2017. Foto LaPresse/ Gian Mattia D'Alberto

Androni-Sidermec, una Tirreno da applausi: che numeri da Ballerini e Bernal

Che Tirreno-Adriatico 2017 è stata per le compagini italiane che hanno beneficiato di una wild card da parte di Rcs Sport? Le nostre Professional non hanno affatto demeritato al cospetto di formazioni ben più quotate: la Bardiani-Csf ha sfiorato la maglia rossa con l’ottimo Mirco Maestri, secondo nella classifica a punti alle spalle del campione del mondo Peter Sagan, mentre la Nippo-Vini Fantini si è data da fare con Alan Marangoni, tra i principali protagonisti nella lotta alla maglia verde.

Ma c’è un altro team che ha brillato più degli altri, raccogliendo risultati di prestigio: è la Androni-Sidermec-Bottecchia. Da applausi la condotta nella Corsa dei due Mari da parte della formazione diretta da Gianni Savio. Mauro Vegni è persona piuttosto orgogliosa per ammettere l’errore commesso, ma è perfettamente consapevole di aver compiuto un grande sbaglio dall’estromettere la squadra di Gianni Savio dal Giro 100. Una squadra che, circostanza dopo circostanza, non manca di dare battaglia e regalare emozioni.

Ne sono arrivate molte al termine di questa settimana. In primis va menzionata la maglia verde di leader della classifica dei GPM sulle spalle di Davide Ballerini. Il ventiduenne di Cantù è stato nel vivo della corsa di giorno in giorno ed  riuscito a conquistare tanti punti sulle vette in programma, tali da lasciarsi alle spalle nientemeno che il vincitore Nairo Quintana.

Il team italiano ha rischiato di portare a casa anche la maglia bianca: merito di Egan Bernal, che nonostante i suoi 20 anni è stato senza dubbio tra i più brillanti scalatori della corsa e si è visto sottrarre la vittoria nella classifica dei giovani soltanto nella cronometro finale dallo specialista Bob Jungels. Un peccato, un grossissimo peccato che un talento delle sue qualità non possa prendere parte al Giro d’Italia 2017; potrebbe però partecipare al Giro Under 23 a giugno con la nazionale colombiana, in quel caso da grande favorito.

“Complimenti a tutti i ragazzi”, sono le parole di Gianni Savio, che considera la maglia verde di Davide Ballerini un “grande orgoglio”, ma non esita a congratularsi con ciascuno degli atleti che hanno contribuito alla buona riuscita della corsa.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*