ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Classic Loire Atlantique 2017, vince Pichon
Classic Loire Atlantique 2017, vince Pichon

Classic Loire Atlantique 2017, vince Pichon

Laurent Pichon si aggiudica la Classic Loire Atlantique 2017: l’atleta della Fortuneo-Vital Concept riesce ad anticipare la volata generale e si aggiudica la gara di scena sulle strade bretoni.

La Haye-Fouassière ospita la partenza e l’arrivo di questa corsa in linea valida per la Coppa di Francia. Tracciato in circuito di 18 km da ripetere per undici volte e con due piccole asperità da affrontare – Chateau-Thebaud e St.Fiacre-Sur-Maine – che, tuttavia, raramente hanno inciso in maniera decisiva sul risultato finale.

Sono tre i corridori che animano la gara sin dalle prime fasi: Marc Fournier (FDJ), Kevin Le Cunff (HP BTP-Auber 93) e Benoit Cosnefroy (nazionale francese under 23). La volata sembra inevitabile, ma nel finale di gara gli attacchi non mancano. A quattro chilometri alla conclusione arriva l’azione improvvisa di Laurent Pichon.

Guadagna pochi secondi l’atleta della Fortuneo, va a riprendere il compagno di squadra Franck Bonnamour che ci aveva provato poco prima e, approfittando del grande lavoro del resto della squadra, che da dietro rompe i cambi, riesce a proseguire fin sul traguardo, andando a cogliere il successo con un paio di metri di vantaggio sul gruppo.

Ad accontentarsi del secondo posto è Hugo Hofstetter (Cofidis), mentre in terza posizione si piazza Thomas Boudat (Direct Energie). Il miglior italiano è Andrea Vendrame (Androni-Sidermec-Bottecchia), settimo.

Ordine d’arrivo:

1 PICHON Laurent (Fortuneo – Vital Concept) 4:26:19
2 BOUDAT Thomas (Direct Energie) 0:00:00
3 HOFSTETTER Hugo (Cofidis, Solutions Credits) 0:00:00
4 PLANCKAERT Edward (Sport Vlaanderen – Baloise) 0:00:00
5 DUMOULIN Samuel (Ag2r La Mondiale) 0:00:00
6 LEVEAU Jérémy (Roubaix – Lille Metropole) 0:00:00
7 VENDRAME Andrea (Androni Giocattoli) 0:00:00
8 LE GAC Olivier (Fdj) 0:00:00
9 DASSONVILLE Flavien (Hp Btp – Auber 93) 0:00:00
10 EIKING Odd Christian (Fdj) 0:00:00


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*