ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Nazionale, Ventura verso Italia-Albania: loro per la storia, noi con aggressività
Nazionale, Ventura verso Italia-Albania: loro per la storia, noi con aggressività
06.10.2016 - Torino - Qualificazioni Mondiali Russia 2016 - Italia-Spagna - Nella foto : Giampiero Ventura allenatore della nazionale italiana di calcio

Nazionale, Ventura verso Italia-Albania: loro per la storia, noi con aggressività

Alla vigilia di Italia-Albania, gara di qualificazione a Russia 2018, Ventura non usa troppi fronzoli: contro la squadra di De Biasi servirà la miglior Nazionale.

Sarà una partita speciale per tanti versi. Vero, Italia e Albania si sono incontrate solo una volta, nel novembre 2014: in amichevole gli Azzurri ebbero la meglio grazie al gol di Okaka. Ma quella del Barbera di Palermo sarà appunto la prima sfida ufficiale fra le due rappresentative. E una sfida che pesa: sulla difficile strada verso il Mondiale del prossimo anno in terra russa, quello cui l’Italia spera di arrivare da prima del girone mettendosi dietro la Spagna, impegnata domani in Israele.

La stessa location della sfida poi aggiunge altra curiosità, vista la fortissima presenza della comunità albanese proprio a ridosso della città di Palermo (con il comune di Piana degli Albanesi, alle spalle del capoluogo, sede della più grande comunità arbresh dell’isola).

Sono tutti elementi che Giampiero Ventura mostra di conoscere, nella conferenza di vigilia di Italia-Albania. Una partita che il commissario tecnico non vuole però lasciare a sentimentalismi, perché gli azzurri devono vincere, a tutti i costi, per continuare la corsa sulla Roja.

«Sarà un’Italia aggressiva? Quanto lo dirà il campo, mi auguro una buona Italia, un’Italia al cento per cento, perché il 50-60 per cento non potrà bastare. Per venire a capo di questa partita, una partita molto delicata, è quello che servirà. Affronteremo un’Albania che al di là del suo valore tecnico, affronterà questi 90 minuti come un’occasione per entrare nella storia. Al di là delle dichiarazioni fatte, è facile capire cosa rappresenta questa partita per l’Albania, e anche per De Biasi. E non mi riferisco al fatto che avrebbe potuto essere sulla panchina della Nazionale al posto mio, ma a una cosa molto più importante… l’Albania affronta l’Italia per la prima volta in una partita ufficiale, per questo può entrare nella storia. Il resto è chiacchiericcio, che non ha nulla a che fare con una partita in cui non avremo un solo minuto facile».

A livello tecnico Ventura si aspetta e si augura un’Italia volitiva con tutti i suoi interpreti, compresi i nuovi elementi aggregati al gruppo nel corso delle ultime uscite: «sono stato colpito dalla disponibilità dei giocatori, ho visto grande voglia di partecipare. Cerco risposte e mi auguro un passo avanti rispetto all’ultima partita fatta, che pure aveva già dato segnali positivi: se ci riusciremo contro una squadra di valore diverso, vuol dire che avremo fatto qualcosa che sei mesi fa sarebbe stato impossibile anche solo pensare. Sarebbe un passo enorme per le conoscenze della squadra, per la compattezza del gruppo e anche un segnale importante per quelli che dovranno eventualmente arrivare. È l’augurio che mi faccio, tengo moltissimo a questa partita: se ne usciremo bene, significherà che siamo davvero sulla strada giusta».

Quella che, destinazione Russia, l’Italia spera di intravedere sempre dopo una bella vittoria domani con l’Albania.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*