ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro della Catalogna 2017: emozione De Marchi-Cataldo, ma vince Impey. Profondo Froome
Giro della Catalogna 2017: emozione De Marchi-Cataldo, ma vince Impey. Profondo Froome

Giro della Catalogna 2017: emozione De Marchi-Cataldo, ma vince Impey. Profondo Froome

Viene sfiorata la doppietta azzurra nella sesta tappa del Giro della Catalogna 2017, ma il sogno di Dario Cataldo ed Alessandro De Marchi di giocarsi il successo si infrange ai cinquanta metri finali, quando il gruppo rimonta la coppia fino a quel momento in fuga. A vincere a Reus è Daryl Impey (Orica-Scott), mentre Alejandro Valverde (Movistar) resta al comando della generale da cui fuoriesce Chris Froome (Team Sky), attardato di molti minuti.

Profilo altimetrico che strizza l’occhio agli attaccanti in questa penultima frazione della Volta a Catalunya: non mancano i chilometri in salita, come l’Alto de la Musara di prima categoria, ma tutta l’ultima parte è in discesa e favorisce le incursioni da lontano.

La giornata si preannuncia subito scoppiettante, a partire dall’altissima velocità con cui il plotone procede fin dai primi chilometri. Sono costanti i frazionamenti e nel corso di uno di questi si crea una frattura importante: davanti rimane un folto gruppo con gran parte dei migliori, ma dietro tra i pesci grossi c’è Chris Froome (Team Sky).

La squadra britannica preme per ridurre il gap, ma con l’avanzare della strada la situazione si fa critica: il divario cresce metro dopo metro e così, arrivati a cinque minuti dopo cento chilometri percorsi, i ritardatari si rialzano. Finisce di fatto qui ogni speranza del keniano bianco di conquistare la corsa.

Molto brillante, invece, Davide Formolo (Cannondale-Drapac), che va a conquistare il primo posto al GPM dell’Alt de la Musara. Non si registrano ulteriori emozioni fino ai quindici chilometri finali, quando attaccano i due italiani Dario Cataldo (Astana) e Alessandro De Marchi (BMC Racing Team).

Bella l’azione dei due azzurri, che mantengono sui 15″ il loro vantaggio e tengono testa a chi da dietro cerca di effettuare il ricongiungimento. Sembra essere fatta, ma quando mancano soli cinquanta metri, complice un po’ di ritardo nel lanciare lo sprint, sopraggiungono da dietro. A vincere, così, è il sudafricano Daryl Impey ad alzare le braccia al cielo.

Alejandro Valverde va a prendere altri sei secondi di abbuono con il sesto posto e consolida la leadership in classifica. De marchi e Cataldo si piazzano, ad ogni modo, nei primi dieci: sono rispettivamente quinto e settimo. In 47 arrivano fuori tempo massimo: si salva per pochi secondi Chris Froome.

Ordine d’arrivo 6^ tappa:

1. 32 IMPEY, Daryl ORICA – SCOTT 4:34:14 10”
2. 1 VALVERDE, Alejandro MOVISTAR TEAM 4:34:14 6”
3. 91 VICHOT, Arthur FDJ 4:34:14 4”
4. 58 VAKOC, Petr QUICK – STEP FLOORS 4:34:14
5. 27 DE MARCHI, Alessandro BMC RACING TEAM 4:34:14
6. 224 VAN DER LIJKE, Nick ROOMPOT – NEDERLANDSE LOT 4:34:14
7. 86 CATALDO, Dario ASTANA PRO TEAM 4:34:14
8. 147 KÄMNA, Lennard TEAM SUNWEB 4:34:14
9. 116 GAUTIER, Cyril AG2R LA MONDIALE 4:34:14
10. 51 MARTIN, Daniel QUICK – STEP FLOORS 4:34:14

Classifica generale:

1 Alejandro Valverde Belmonte (Esp) Movistar Team 22:18:35
2 Alberto Contador Velasco (Esp) Trek – Segafredo 0:00:53
3 Marc Soler Gimenez (Esp) Movistar Team 0:01:06
4 Adam Yates (GBr) Orica – Scott 0:01:21
5 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team 0:01:24
6 Daniel Martin (Irl) Quick Step Floors 0:02:19
7 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNL – Jumbo 0:02:46
8 Carlos Verona (Esp) Orica – Scott 0:02:50
9 George Bennett (NZl) Team LottoNL – Jumbo 0:02:51
10 Romain Bardet (Fra) Ag2r La Mondiale 0:02:55


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*