ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 30ª giornata: Napoli-Juventus 1-1, due triangoli decidono il primo round
Serie A, 30ª giornata: Napoli-Juventus 1-1, due triangoli decidono il primo round
Napoli-Juventus, Serie A.(Francesco Pecoraro/Getty Images)

Serie A, 30ª giornata: Napoli-Juventus 1-1, due triangoli decidono il primo round

Napoli-Juventus primo round finisce in parità: il posticipo della 30ª di Serie A si conclude 1-1. A Khedira risponde Hamsik. Meglio gli azzurri.

La prima da ex di Higuain al San Paolo è figlia di una bordata di fischi a ogni pallone toccato e si risolve in una nottata in bianco per il Pipita ex napoletano.

Anche la Vecchia Signora comunque non esce in maniera esaltante dal confronto: timida, impacciata, con poca verve, letteralmente ritratta su se stesso a giochicchiare il pallone nella propria trequarti senza pungere affatto in attacco, visto che il primo e unico tiro in porta lo fa Khedira, segnando, e da lì in poi Rafael resta inoperoso.

Meglio, decisamente molto meglio il Napoli di Sarri che ferma la Juventus per la prima volta in stagione e dimostra che il bel gioco è la migliore risposta per cercare di arginare la potenza nazionale juventina. Agli azzurri l’1-1 sta decisamente stretto per via delle tante occasioni create nell’arco dei 90’, ma il calcio è questo; ai partenopei resta comunque la consapevolezza di aver fatto una grande gara. Con l’obiettivo di eguagliarla e anzi migliorarla quando fra 3 giorni le due compagini si ritroveranno di fronte a Fuorigrotta.

L’unico guizzo come detto la Juve lo realizza subito, in apertura di gara: uno-due fra Khedira e Pjanic, il tedesco s’inserisce perfettamente e batte Rafael di collo destro. Chirurgico come un bisturi, il coltello bianconero squarcia il San Paolo tutto, che diventa una statua di sale e per un po’ resta in silenzio.

A quel punto però i bianconeri decidono di amministrare e rintanarsi; il Napoli accusa solo momentaneamente il colpo ma poi reagisce a partire dal 20’, costruendo almeno tre occasioni nitide con Hamsik, Insigne e Mertens. I tre folletti tengono in costante apprensione la difesa dei campioni d’Italia, che faticano decisamente tanto a ripartire dalla cintola in su e fanno girare palla faticosamente già dai primi tempi. Il primo tempo però si conclude 0-1.

Nella ripresa tuttavia il vantaggio ci mette poco a crollare, sotto i colpi d’un Napoli paziente e volitivo che alla fine ottiene quel che merita. Callejon regala al San Paolo l’illusione del vantaggio (7′: gol annullato per netto fuorigioco), poco dopo ci pensa Hamsik a far esplodere di gioia tutto lo stadio: il capitano chiede la triangolazione a Mertens, il belga lo serve in un corridoio ghiottissimo e Marekiaro con uno splendido tiro fa impazzire il San Paolo. Nel giorno della 350esima partita in Serie A Hamsik sigla il suo 111esimo gol con la maglia del Napoli: a 4 gol da Maradona, a quattro passi dalla storia del club.

Il gol dà il pieno di energia alla squadra di Sarri che continua ad attaccare e rischia di completare la rimonta: su un disimpegno sciagurato di Asamoah si avventa Mertens, che vince il rimpallo con Buffon, la palla schizza verso il fondo e il belga prova a correggerla in porta ma scheggia solo il palo.

Allegri a quel punto inserisce Cuadrado e Dybala per dare sostegno all’isolato Higuain, ma è come predicare nel deserto: la Juventus non sale e anzi è ancora il Napoli a sfiorare il gol con un bellissimo tiro a giro di Insigne che sfiora l’incrocio e con un appoggio di testa di Callejon al centro dove nessun compagno c’è ad attendere il pallone.

Il primo round si conclude dunque sull’1-1, con tanti applausi per il Napoli e i dubbi sulla Juventus, salva per il rotto della cuffia. La sensazione è che la Vecchia Signora stasera si sia nascosta in vista del secondo round, quello di mercoledì in Coppa Italia. Lì i bianconeri dovranno tornare grandi, anche perché ad aspettarli ci sono gli azzurri che stavolta vogliono spingersi oltre la sola bella prestazione.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*