ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Coppa Italia, verso Roma-Lazio: Dzeko vs. Immobile, solo grandi numeri per prendersi la finale
Coppa Italia, verso Roma-Lazio: Dzeko vs. Immobile, solo grandi numeri per prendersi la finale
Dzeko-Immobile, duello Roma-Lazio per la Coppa Italia. ilmessaggero

Coppa Italia, verso Roma-Lazio: Dzeko vs. Immobile, solo grandi numeri per prendersi la finale

Roma-Lazio è La Partita, si sa. Ancor di più se in palio c’è una finale di Coppa Italia. Se poi di fronte ci sono due grandissimi bomber la tensione sale di numeri.

Il derby-verità sta per arrivare: domani sera all’Olimpico il terzo derby della Capitale, la semifinale di ritorno di Coppa Italia, decreterà la prima finalista della Coppa nazionale. La Lazio si presenta “in casa” della Roma con lo splendido 2-0 dell’andata messo in cassaforte, ma i giallorossi non hanno intenzione di mollare nulla e per di più agli odiati cugini.

CAPITOLO DZEKO. Luciano Spalletti si gioca la sua permanenza in panchina in 90’ e si affiderà ovviamente al suo cannoniere principe.

Sabato il bosniaco ex Wolfsburg e City è diventato il giocatore giallorosso ad aver segnato di più nell’arco di una sola stagione: il primo nella storia della Roma. 23 gol in 30 partite di campionato; 33 complessivi in 43 match in tutte le competizioni.

Uno in più di quanto sono riusciti a fare tre giocatori rimasti nella storia giallorossa: Rodolfo Volk nel 1930-31, Pedro Manfredini nel 1960-61 e un certo Francesco Totti nel 2006-07. Domani sera il capitano sosterrà dalla panchina il suo collega di reparto, sperando che i suoi gol proiettino la Roma in finale di Coppa Italia.

CAPITOLO IMMOBILE. Dall’altra parte arriva un Ciro Immobile che sta viaggiando a ritmi vertiginosi: l’ex bomber di Torino, Dortmund e Siviglia sabato a Reggio Emilia ha messo a referto il 18esimo gol stagionale, quello che è valso alla sua Lazio l’inizio della rimonta col Sassuolo.

18 perle in 29 partite di campionato: finora il bomber napoletano ha fatto meglio solo nel 2013-14 quando con la maglia del Torino toccò quota 22 gol in 33 partite. La media più o meno è quella lì: 0,6 reti a partita, un gol ogni 54’ circa.

Se poi si alza la lente per controllare le reti in stagione, si scopre allora che Immobile è già arrivato a 20 gol in 32 partite. Mai nessun attaccante biancoceleste aveva fatto meglio nell’era Lotito: Tommaso Rocchi (2006-07 e 2007-08) e Goran Pandev (2007-08), al massimo, erano arrivati a 19. Ecco perché Simone Inzaghi e tutto l’ambiente laziale tengono al loro bomber per blindare una qualificazione che è già fatta per due terzi.

 

Fra poco la sentenza del campo parlerà: per vedere chi fra Roma e Lazio potrà continuare la sua avventura in Coppa, e chi fra Dzeko e Immobile avrà una partita in più per aggiornare i propri numeri.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*