ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 31ª giornata: Higuain è l’oro della Juventus, Chievo piegato 2-0
Serie A, 31ª giornata: Higuain è l’oro della Juventus, Chievo piegato 2-0
Dybala-Higuain, Juventus-Chievo, Serie A. Twitter

Serie A, 31ª giornata: Higuain è l’oro della Juventus, Chievo piegato 2-0

Nell’anticipo serale della 31ª allo Stadium la Juventus regola 2-0 un buon Chievo con la doppietta del suo Pipita. Roma a +9. Signora pronta per il Barcellona.

Il teorema delle vittorie consecutive allo Juventus Stadium si ripete pure nella serata in cui il Chievo tenta il disperato assalto alla fortezza bianconera, venendo respinto e con due gol sul groppone. La squadra di Maran però ha poco da recriminare: gioca una partita maschia, lotta come può, ma contro i campioni d’Italia un paio di disattenzioni bastano per cadere.

Il teorema infatti va avanti e si ripete per la 32esima volta di fila. Merito innanzitutto di un Higuain più travolgente che mai: dopo la doppietta al veleno contro il Napoli in Coppa Italia, ne arriva un’altra, che consente al Pipita di spezzare il digiuno lungo 5 partite in campionato e lo fa salire a quota 21 reti in questa Serie A.

Anche perché Allegri può dire di aver ritrovato il vero Paulo Dybala: la Joya gioca tutti i 90’ e illumina la scena, servendo al Pipita l’assist dell’1-0, dopo un grande numero su Radovanovic, e dà luce all’azione del 2-0, anche questa finalizzata da Higuain su assist di Lichtsteiner. A meno di 72 ore dalla sfida galattica al Barcellona (clamorosamente sconfitto a Malaga) la Juventus può dire di star benissimo.

La cronaca. Il Chievo prova a partire chiudendosi a riccio ma non disdegnando uscite offensive. La Juve però prende presto il comando delle operazioni e al 17’ Khedira impegna il giovane Seculin. Al 18’ Alex Sandro (non in serata esaltante) si addormenta e perde palla da Meggiorini, che si invola verso la porta ma sbaglia l’ultimo passaggio per liberare Pellissier.

A quel punto sale in cattedra la Joya bianconera: Paulo Dybala prima trova la doppia risposta di Seculin poi al 23’ con una giocata da campione volteggia sulla fascia e ridicolizza Radovanovic, palla al centro per il rimorchio di Higuain, per il Pipita il destro è un gioco da ragazzi. L’argentino corre subito ad abbracciare il compagno di squadra e connazionale: l’HD è una confezione di numeri spettacolosi. Dybala continua ad inventare mentre la Juve dosa le forze e chiude il primo tempo in controllo.

In apertura di ripresa la Juventus sembra un po’ rilassata e il Chievo prova ad approfittarne. Ci prova prima Pellissier, con Buffon attento; poi il portiere bianconero deve impegnarsi non poco su una girata di testa di Meggiorini.

Alla Signora serve una girata sontuosa di Higuain dopo contrasto con Spolli per scrollarsi di dosso il torpore e riprendere a girare. Il Chievo però incassa e non si rifiuta di andare avanti, anzi: al 73’ Inglese di testa su cross di Birsa sfiora la traversa e fa correre più di qualche brivido sulla schiena degli spettatori dello Stadium.

Ma l’HD è in serata di grazia: al 74’ Dybala va vicino al raddoppio con un sinistro che sfiora il pallo alla sinistra di Seculin; la Joya poi si veste, manco a dirlo, da assistman e serve a Higuain la palla per il 2-0 che il Pipita gira fuori di sinistro. All’84’ però la pratica clivense viene archiviata: Dybala è un folletto in mezzo all’area e danza come in mezzo a birilli, servizio a destra per Lichtsteiner, lo svizzero centra per Higuain che a porta vuota si allunga il pallone sul primo controllo ma poi batte Seculin per il gol della sicurezza. Gioco, partita, incontro: un altro passo per la Juventus verso il 6° scudetto consecutivo.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*