ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2017, anteprima tappa 19 (San Candido-Piancavallo)
Giro d’Italia 2017, anteprima tappa 19 (San Candido-Piancavallo)

Giro d’Italia 2017, anteprima tappa 19 (San Candido-Piancavallo)

Venerdì 26 maggio, meno tre: mancano tre giorni alla conclusione del Giro d’Italia 2017, 72 ore all’assegnazione della maglia rosa del Giro 100. Lasciato alle spalle il tappone di Ortisei con cinque Gran Premi della Montagna, in cui Tom Dumoulin (Team Sunweb) non ha ceduto nulla ai diretti rivali, è il momento della 18^ frazione, oggettivamente meno selettiva della precedente, ma con un nuovo arrivo in salita. È la San Candido-Piancavallo (191 km), che condurrà il plotone – ciò che ne sarà rimasto – fino in Friuli Venezia Giulia.

Ci si attendeva un tappone con alcune delle vette magiche che sono state affrontate negli ultimi anni in questo territorio (basti pensare allo Zoncolan), invece gli organizzatori di RCS Sport hanno optato per una frazione meno proibitiva, ma niente affatto scontata e con un nuovo traguardo in quota, posto come arrivo di tappa in una sola occasione, quando nel 1998 transitò per primo Marco Pantani.

Partenza subito all’insù, dal momento che dopo soli 13.9 km c’è il primo Gran Premio della Montagna, quello di Passo Monte Croce Comelico (Kreuzbergpass, 3^ categoria). Giunti in cima, si scende verso Santo Stefano di Cadore, per poi ricominciare a salire verso la Cima Sappada, dove è posto il primo traguardo volante di giornata.

Di nuovo discesa verso Ovaro e Tolmezzo, da dove parte la Sella Chianzutan (2^ cat. 11.8 km al 6.8%, pendenza massima all’11%), inedita asperità inserita sul percorso del Giro. A questo punto, dopo una breve discesa, un tratto perlopiù pianeggiante che attraverserà il traguardo volante di Maniago e che condurrà fino ai meno sedici chilometri al traguardo, dove comincerà la salita finale di Piancavallo (1^ cat.), 15.4 km con una pendenza media del 7.3% (prima parte costantemente sopra il 9%) e massima del 14%.

Ultimo chilometro più dolce, quasi pianeggiante, ma il resto delle rampe sono davvero dure: qui si potrà fare selezione. Sarà una giornata in cui potrà succedere di tutto. La lotta alla Rosa non è ancora finito.

Profili tecnici: altimetria, dettaglio salite, ultimi chilometri, planimetria e cronotabella. Clicca qui per tutte le classifiche aggiornate.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*