ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 36ª giornata: la Spal ora sogn-A, Verona aggancia Frosinone; il Pisa scricchiola
Serie B, 36ª giornata: la Spal ora sogn-A, Verona aggancia Frosinone; il Pisa scricchiola
Chicco Macheda Frosinone-Novara, Serie B. Twitter

Serie B, 36ª giornata: la Spal ora sogn-A, Verona aggancia Frosinone; il Pisa scricchiola

La corsa al vertice in Serie B si arricchisce: tipo la vittoria della capolista solitaria Spal e dell’aggancio riuscito del Verona al 2° posto. E poi c’è dell’altro.

SPAL-TRAPANI 2-1. Vince sempre, pure in rimonta, la bella Spal di Semplici, che al Mazza regola 2-1 in rimonta il Trapani andato in vantaggio col gol di Barillà (complice un’incertezza di Meret). Nella ripresa però bomber Antenucci guida la rabbiosa reazione della capolista cadetta, con Meret che al 93’ si supera su Manconi. Ora il vantaggio sulle seconde è addirittura di 5 punti: Ferrara può sognare un clamoroso ritorno in Serie A! Perché dietro, per esempio…

FROSINONE-NOVARA 2-3. Per esempio c’è qualcuno che si fa male da solo: è il Frosinone, che al Matusa incassa una sconfitta incredibile contro il Novara e in un colpo solo vedere allontanarsi la Spal e rifarsi sotto il Verona che lo aggancia. Pasquetta indigesta dunque per i ciociari, che devono inchinarsi all’ex ragazzo-prodigio del calcio italiano, Chicco Macheda, capace di una doppietta che manda in orbita i gaudenziani di Boscaglia: l’ex Manchester apre all’11; al 21’ Daniel Ciofani pareggia su rigore, poi al 35’ dal dischetto anche Galabinov non sbaglia. Nella ripresa i sornioni piemontesi indirizzano la pratica nel momento di maggiore difficoltà. Al 90’ accorcia il belga Mokulu, ma per la squadra di Marino è troppo tardi. Il Novara vince e torna in corsa per i playoff.

VERONA-CITTADELLA 2-0. Torna a vincere il Verona, e lo fa con grande concretezza nel derby veneto contro il Cittadella: al Bentegodi ci pensano Bessa e Pazzini (21esimo gol stagionale in Serie B) a domare la squadra di Venturato e a ridare serenità a Pecchia. Secondo posto ripreso: da qui in avanti ogni partita sarà una battaglia per la Serie A.

BRESCIA-BENEVENTO 1-0. Al Rigamonti il Brescia centra la seconda vittoria del 2017, prima della gestione-Cagni, e ridà segnali di vita nella corsa-salvezza. Si spegne di nuovo la luce per i Sanniti di Baroni, troppo discontinui da un po’ di tempo a questa parte e puniti da un’autorete ‘classica’ di Lucioni, colpo di testa ad anticipare tutti e battere il suo portiere Cragno.

PERUGIA-ASCOLI 0-0. Stecca ancora il Perugia, che al Curi ottiene il secondo pari nelle ultime 3 partite e rimanda il sogno di poter scavalcare in un corpo solo le contendenti per il 4° posto. All’Ascoli, che ha giocato a lungo in superiorità numerica per il doppio giallo a Belmonte, è un punto che fa morale perché ottenuto senza bomber Cacia e con i due giovanotti terribili Orsolini e Favilli ancora in luce.

ENTELLA-TERNANA 1-1. Manca una grossa occasione, l’Entella, per rimettersi al passo in zona playoff; primo pareggio della gestione-Liverani per la Ternana. Decidono la gara nell’ultima mezz’ora il subentrato Mota Carvalho e l’ex laziale Diakité (anche se col giallo di una bandierina alzata dall’assistente dell’arbitro Mainardi). Finisce fra le polemiche, i chiavaresi in sostanza frenano.

CESENA-SPEZIA 1-0. Nel posticipo il Cesena ottiene la seconda vittoria consecutiva, che lo toglie momentaneamente dal pantano della bassa classifica. lo Spezia è punito dal rigore di Ciano al 53’, in una gara in cui gli spezzini hanno letteralmente faticato a imbastire azioni: salto di qualità rinviato per la squadra di Di Carlo. CARPI-BARI 2-0. Il Carpi si prende la sfida playoff col Bari e mette la freccia sui pugliesi, tornando fra le prime otto della Serie B. l’autogol di Tonucci e la rete di Mbakogu suonano invece come l’ennesima figuraccia per la squadra di Colantuono, alla quinta sconfitta consecutiva lontano dal San Nicola e pesantemente contestata dai suoi supporters.

SALERNITANA-LATINA 2-1. La Salernitana vince in rimonta e resta in corsa per i play off. Per il Latina un altro ko con due gol subiti ancora una volta nella seconda frazione, a riprova della fragilità psicologica dei nerazzurri pontini. Al gol di De Giorgio rispondono Rosina e Sprocati.

VICENZA-PRO VERCELLI 0-1. La Pro Vercelli sbanca il Menti con Comi (che aveva rilevato l’infortunato Bianchi al 43′ del primo tempo) e si regala 3 punti fondamentali nella lotta per salvarsi, finendo per inguaiare ancora di più la squadra di Bisoli.

PISA-AVELLINO 0-1. Si apre sempre di più il baratro della Lega Pro per il Pisa, al terzo k.o. consecutivo e ormai prossimo alla retrocessione. All’Arena Garibaldi l’Avellino approfitta di un clamoroso svarione della difesa di Rino Gattuso e con Laverone ottengono i tre punti, tanti quanti quelli tolti dalla recente penalizzazione: gli irpini però ora sono in posizione più tranquilla.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*