ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Ginnastica Artistica, Europei 2017: i qualificati alle finali. Bene l’Italdonne
Ginnastica Artistica, Europei 2017: i qualificati alle finali. Bene l’Italdonne

Ginnastica Artistica, Europei 2017: i qualificati alle finali. Bene l’Italdonne

Ai Campionati Europei 2017 di ginnastica artistica in corso a Cluj-Napoca si è conclusa la due giorni dedicata alle qualificazioni. Scopriamo com’è andata, con un occhio di riguardo agli atleti azzurri.

Uomini. Nessun italiano riesce a centrare alcuna finale di specialità, per il secondo anno consecutivo. Stavolta, va detto, c’è l’alibi dei tanti giovani inseriti nella mischia dal dt Enrico Casella, alcuni dei quali potrebbero ben comportarsi in futuro. Il migliore dei nostri risulta essere Marco Lodadio, che agli anelli fa segnare l’undicesimo punteggio (14.466) della gara finora comandata dal campione olimpico greco Elefhterios Petrounias (15.366). Nulla da fare per Stefano Patron, Carlo Macchini, Tommaso De Vecchis e Marco Sarrugerio.

La buona notizia arriva invece dall’all-round, dove Lorenzo Galli entra in finale con il diciassettesimo punteggio (ammessi i migliori ventiquattro): un bel risultato per l’azzurro alla sua prima uscita da senior. Al primo posto c’è l’ucraino Oleg Verniaiev, vicecampione olimpico, con 85.966 punti.

Chi comanda nelle altre specialità? Troviamo l’ungherese Krisztian Berki, campione olimpico a Londra 2012, al comando del cavallo con maniglie (15.200).; lo spagnolo Rayderley Zapata primo al corpo libero (14.800); il rumeno Marian Dragulescu (14.533) in testa al volteggio; il tedesco Marcel Nguyen (15.166) al comando delle parallele e lo svizzero Oliver Hegi (14.466) alla sbarra.

Donne. Decisamente meglio le ginnaste azzurre, dove si conquista una finale di specialità e due dell’all-round. Al corpo libero splende Laura Mori, che si piazza al quinto posto (13.533 il punteggio) nella gara in cui al comando si trova la britannica Ellie Downie (13.900). La diciottenne è il nome nuovo dell’Italia e si spera possa seguire le orme di Vanessa Ferrari, che proprio al corpo libero si è tolta le più grandi soddisfazioni in carriera.

Ma la nostra nazionale può festeggiare anche l’ingresso finale di due atlete nel concorso completo: si tratta di Martina Maggio e Giada Grisetti, entrambe alla prima uscita da seniores. La prima ha totalizzato 53.282 punti nonostante svarioni alla trave, mentre la seconda ne ha raggiunti 52.932.

Le migliori delle specialità: la britannica Ellie Downie migliore al volteggio con 14.433 e al corpo libero con 13.900, la tedesca Elisabeth Seitz prima alle parallele asimmetriche con 14.566, la romena Larisa Iordache al comando della trave con 14.566.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*