ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Bundesliga > Bundesliga, 30ª giornata: il Bayern stecca di nuovo, Lipsia ci crede; Hoffenheim, l’Europa è storica!
Bundesliga, 30ª giornata: il Bayern stecca di nuovo, Lipsia ci crede; Hoffenheim, l’Europa è storica!
MUNICH, GERMANY - APRIL 22: Arjen Robben (L) and Thiago Alcantara of Bayern Muenchen look on during the Bundesliga match between Bayern Muenchen and 1. FSV Mainz 05 at Allianz Arena on April 22, 2017 in Munich, Germany. (Photo by Lennart Preiss/Bongarts/Getty Images)

Bundesliga, 30ª giornata: il Bayern stecca di nuovo, Lipsia ci crede; Hoffenheim, l’Europa è storica!

Dopo la serataccia di Madrid il Bayern rischia grosso col Mainz in Bundesliga: alla fine è solo 2-2. Il Lipsia ora può di nuovo accorciare. Per l’Hoffenheim 1ª volta in Europa.

BAYERN, MADRID NON È CANCELLATA. Dimostra di non aver smaltito i veleni di Champions, il Bayern, che rischia forte col Mainz in Bundesliga ma alla fine pareggia 2-2 grazie al gol nel finale di Thiago Alcantara. I bavaresi di Ancelotti hanno ancora da ridire sull’arbitraggio: dopo quello di Kassai, all’Allianz non viene concesso un rigore a Lewandowski nel primo tempo. È stata, è il caso di dirlo, una settimana inquietante, per i campioni di Germania. E stasera l’RB Lipsia, in caso di successo sullo Schalke, potrebbe accorciare a -6 tenendo in piedi una Bundesliga che fino a qualche settimana fa pareva essere in cassaforte.

Dopo l’eliminazione dalla Champions il Bayern rischia il ko casalingo contro il Mainz ma alla fine pareggia per 2-2 grazie al gran gol di Thiago Alcantara nel finale. La squadra di Ancelotti ha ancora da recriminare per l’arbitraggio, questa volta non viene concesso un penalty a Lewandowski nel secondo tempo. Il Lipsia può quindi accorciare a -6 in caso di successo sullo Schalke.

La successione delle reti: vantaggio ospite con Bojan Krkic (da ieri ufficialmente iscritto nel club dei bomber cosmopoliti, visto che è stato capace di segnare in 4 dei maggiori campionati esteri con 4 maglie diverse: Barcellona, Milan, Stoke City e Mainz appunto); pareggio di Arjen Robben; nuovo vantaggio degli Zerocinque col rigore di Brosincki; pareggio, stavolta definitivo di Thiago. Il Bayern recrimina ancora, in una settimana che ha riaperto l’armadio degli scheletri, almeno mentali, della truppa ancelottiana.

DORTMUND, VITTORIA TOCCASANA A ‘GLADBACH. L’altra grande delusa di Champions, il Borussia Dortmund, a differenza dei campioni di Germania invece si risolleva: nel “derby dei Borussia” in casa dei Fohlen di Dieter Hecking i gialloneri di Westfalia cancellano, seppur parzialmente, l’eliminazione per mano del Monaco e consolidano il 3° posto in Bundesliga. Vantaggio di Reus su rigore; sorpasso dei bianconeroverdi con Stindl e l’autorete di Schmelzer a cavallo fra primo e secondo tempo; ruggito giallonero con il solito Aubameyang e Raphael Guerreiro.

HOFFENHEIM, L’EUROPA È TUTTA MERITATA! Un gol che vale per l’Europa, un gol che vale per la storia: in un colpo solo l’Hoffenheim del sorprendente Julian Nagelsmann (baby allenatore all’età di soli 29 anni) aggancia il Colonia al 90’ col gol di Kerem Demirbay e conquista la matematica qualificazione a una coppa europea. I Caproni infatti, a 360’ dalla fine della Bundesliga, non possono più riprendere la squadra di Sinsheim visti i 14 punti di svantaggio. La lotta col Borussia Dortmund per il 3° posto, equivalente alla Champions, continua; ma di sicuro i biancoblu l’anno prossimo se ne andranno a zonzo per l’Europa con la prospettiva di far bene.

GLI ALTRI RISULTATI. Da rimarcare il clamoroso 2-4 in trasferta del Werder Brema in casa dell’Ingolstadt (fantastico poker di Kruse, con ben 3 gol negli ultimi dieci minuti!); l’1-0 dell’Hertha Berlino sul Wolfsburg targato dal solito Ibisevic); e il 3-1 in rimonta dell’Eintracht Francoforte sull’Augsburg (doppietta di Fabian e sigillo finale dell’ex Fiorentina Ante Rebic).


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*