ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 33ª giornata: Pescara-Roma 1-4; i giallorossi blindano il 2° posto, abruzzesi in B
Serie A, 33ª giornata: Pescara-Roma 1-4; i giallorossi blindano il 2° posto, abruzzesi in B
26.02.2016 - Milano Serie A 2016/17 - 26a giornata - Inter-Roma nella foto: Radja Nainggolan esulta dopo il gol del 2 a 0

Serie A, 33ª giornata: Pescara-Roma 1-4; i giallorossi blindano il 2° posto, abruzzesi in B

Monologo in giallorosso nel posticipo della 33ª di Serie A: Pescara-Roma finisce 1-4, con gli spallettiani che allungano sul Napoli. Delfino in Serie B.

Il Monday Night emette dunque il primo verdetto ufficiale della Serie A 2016/17: dopo un solo anno di permanenza il Pescara torna matematicamente in Serie B. Colpa, si fa per dire, di una Roma travolgente che abbatte le residue speranze della squadra dell’ex Zeman che certifica l’ennesima umiliazione stagionale del Delfino davanti al proprio pubblico.

Troppo grande, il divario fra capitolini e abruzzesi: un divario travolgente che consente alla Roma di distanziare il Napoli e di tenerlo a -4 in vista del rush finale per il secondo posto. Unico neo della serata trionfale dell’Adriatico la protesta di Dzeko verso Spalletti per la sostituzione: il bosniaco non ha gradito affatto il cambio preventivo in vista del derby, infilandosi direttamente negli spogliatoi dopo aver mandato platealmente a quel paese il suo mister, ma sono faccende di spogliatoio che presto si risolveranno.

A fare festa nella truppa giallorossa sono un po’ tutti: Paredes, tra i migliori, e poi i marcatori Strootman e Nainggolan, l’assistman El Shaarawy e Salah, autore di una doppietta.

Già nei primi 20’ la Roma mostra che non vuole dare nessuno spiraglio al Pescara: Salah si vede annullare uno splendido gol in girata per fuorigioco, poi Fiorillo frena El Shaarawy e Dzeko spreca un paio di occasioni emulato poco dopo da Strootman e da una clamorosa traversa di Nainggolan.

A quel punto la Roma si spegne per un po’, con Bahebeck che rischia di trovare il vantaggio pescarese. Ma è un fuoco di paglia visto che nel finale arriva la doppia sentenza giallorossa: dapprima segna Strootman toccando a porta vuota un’assistenza di El Shaarawy; poi è Nainggolan a capitalizzare al meglio un minuto dopo il passaggio delizioso di Dzeko.

Nella ripresa la Roma dilaga: già al 3’ El Shaarawy serve Salah, l’egiziano fa partire uno stupendo sinistro a giro e la palla va di nuovo in buca d’angolo. L’ex Fiorentina e Dzeko mancano più volte il poker, che comunque si materializza al 60’ e sempre sull’asse fra i due Faraoni: El Sha scappa in contropiede e davanti a Fiorillo serve a Momo Salah il pallone della doppietta e del 4-0 romanista. Tutto fin troppo facile.

Solo nel finale il Pescara rialza un attimo la testa e chiude con orgoglio: dopo una parata super di Szczesny su Caprari, Benali fa 1-4 prima che Biraghi colpisca il palo direttamente su punizione. Per il Delfino di Zeman è troppo tardi: si va in Serie B con 5 giornate di anticipo. Da lì si dovrà ripartire.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*