ULTIME NEWS
Home > Mondiali > Mondiali beach soccer 2017, Nazionale ok all’esordio: Italia-Nigeria 12-6
Mondiali beach soccer 2017, Nazionale ok all’esordio: Italia-Nigeria 12-6
Gori Italia, Mondiali beach soccer 2017. twitter

Mondiali beach soccer 2017, Nazionale ok all’esordio: Italia-Nigeria 12-6

Mondiali beach soccer 2017, debutto positivo per la Nazionale italiana: a Nassau gli azzurri battono 12-6 la Nigeria in un match combattuto. Domani l’Iran.

Sulla spiaggia della capitale delle Bahamas gli azzurri di Massimo Agostini non steccano e finiscono per avere ragione dei biancoverdi d’Africa, al termine di una partita comunque molto combattuta fino all’allungo finale targato Italia.

Spettacolo e concitazione nei primi 10’, con gli africani che segnano due volte e gli azzurri che rispondono con le reti di Paolo Palmacci ed Emmanuele Zurlo.

Nella ripresa l’Italia tenta la mini fuga grazie all’ingresso in campo dell’esperto bomber Gabriele Gori, che segna ben 3 gol in 4’; la Nigeria però segna prontamente con Victor Tale ed Emeka Ogbonna e resta a contatto, nonostante il 6-4 di Michele Di Palma.

Al 28’ Azeez Abu riporta le Aquile sul -1. In due minuti però, fra il 29’ e il 31’, l’Italia di fatto chiude la contesa segnando per ben cinque volte: le marcature portano la firma per tre volte di Gori e per due di Palmacci. È l’allungo decisivo che mette la situazione in discesa per l’Italia di Agostini; il gol di Abu al 34’ può rendere solo meno amaro il passivo per la Nigeria, con Alfio Chiavaro che poco dopo ristabilisce prontamente le distanze e firma il 12-6 finale.

Partita incanalata sui giusti binari, ma mister Agostini dovrà lavorare sulla fase difensiva, viste le troppe reti concesse a una squadra sicuramente inferiore sulla carta.

Il prossimo anno per la Nazionale italiana di beach soccer si chiama Iran: domani 29 aprile, alle 21:30, gli azzurri affronteranno i persiani, vittoriosi 3-2 sul Messico (ore 21.30 italiane – differita su Eurosport 2 alle ore 10.30 del 30 aprile), in un match già decisivo per il passaggio ai quarti di finale.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*