ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Ligue 1, 35ª giornata: in attesa della Juve il Monaco torna grande, 3-1 al Tolosa. Stasera Nizza-Psg
Ligue 1, 35ª giornata: in attesa della Juve il Monaco torna grande, 3-1 al Tolosa. Stasera Nizza-Psg
Monaco Ligue 1. Twitter

Ligue 1, 35ª giornata: in attesa della Juve il Monaco torna grande, 3-1 al Tolosa. Stasera Nizza-Psg

Il Monaco resta padrone della Ligue 1: col Tolosa la squadra del Principato va sotto ma poi rimonta con Glik, Mbappé e Lemar. Stasera il Psg deve vincere a Nizza.

MONACO-TOLOSA 3-1. Dopo la scoppola nella semifinale di Coppa di Francia, coi Parisiens che al Parco dei Principi hanno passeggiato sul Monaco B, al Louis II la squadra di Leonardo Jardim decide di rimettere le cose a posto in campionato e rifare la voce grossa già mostrata a lungo in questa stagione.

La gara col Tolosa però non è affatto una passeggiata di salute, a causa del goffo errore di Jemerson a inizio ripresa che offre a Toivonen il pallone del vantaggio tolosiano. Poi però i biancorossi decidono di accendersi e non ce n’è più per nessuno: gol da palla inattiva di Kamil Glik, raddoppio del solito Mbappé in contropiede, inserimento di Lemar per il tris.

Insomma, al cospetto di questo Monaco la Juventus mercoledì non può permettersi passi falsi: la squadra di Jardim gioca forte, e bene; limitare la freschezza e la tecnica della “gioventù monegasca” sarà indispensabile per conquistarsi l’ambita finale di Champions.

Tornando alla Ligue 1 stasera c’è il big match dell’Allianz Riviera: il Nizza è ormai certo della Champions League; è il Psg che è costretto a vincere per tenere in piedi il duello per il titolo.

LE ALTRE. Fra le altre partite da registrare l’1-2 esterno del Lione in casa dell’altra finalista della Coppa di Francia Angers (gol di Valbuena e Fekir per l’OL; di Ndoye la marcatura angioina) e il tondo 0-3 del Lille a Montpellier (De Preville, Xeka e Terrier). Inoltre vittoria 1-0 del Nantes di Conçeiçao (Sala all’89’) e del Saint Etienne a Guingamp (0-2 con Pajot e Hamouma).

 


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*