ULTIME NEWS
Home > Mondiali > Mondiali beach soccer 2017: l’altra finalista è Tahiti; per l’Italia c’è l’Iran. Presentazione finali
Mondiali beach soccer 2017: l’altra finalista è Tahiti; per l’Italia c’è l’Iran. Presentazione finali
Tahiti Mondiali beach soccer '17. Facebook

Mondiali beach soccer 2017: l’altra finalista è Tahiti; per l’Italia c’è l’Iran. Presentazione finali

Mondiali beach soccer 2017. Ancora una volta: Tahiti si conferma potenza del movimento battendo 3-2 ai calci di rigore l’Iran, che giocherà la finalina con gli azzurri.

A differenza di quanto visto nell’altro match, quello che ha visto la sfida dal fascino Classico fra Italia e Brasile, c’è stato molto più equilibrio. L’Iran delle sorprese ha venduto carissimo la pelle, costringendo gli oceanici ai calci di rigore.

I tempi regolamentari erano infatti terminati sul risultato di 1-1, con i persiani capaci di andare pure in vantaggio con la marcatura di Nazem al 18’04” (tap-in da terra dopo corner battuto da sinistra). Poi, dopo due clamorosi legni – uno per parte – al 4’ dell’ultima frazione con un’azione tutta al volo i polinesiani in rosso pervengono al volo con l’appoggio in volée di Tepa.

Alla fine servono gli shoot-out, i tiri dal dischetto, per decretare l’altra finalista di Nassau ’17: Tahiti vince 3-2 e, dopo aver sudato freddo, centra la seconda partecipazione consecutiva a una finale mondiale – due anni fa a Espinho furono sconfitti dai padroni di casa del Portogallo, stavolta eliminato dallo stesso Brasile ai quarti di finale in quella che pareva essere la vera finale anticipata di questa manifestazione.

Tahiti dunque approda di nuovo in finale, dove troverà la fortissima nazionale di Bruno Xavier e compagnia allenata da Sousa. Il Brasile dal canto suo andrà a caccia del 14esimo titolo iridato della sua storia: l’ultimo nel 2009, mentre due anni dopo i verdeoro disputarono l’ultima finale, persa poi contro la Russia.

Per l’Italia dunque l’ultimo ostacolo per conquistare almeno il 3° posto sono i persiani dell’Iran, già affrontati e sconfitti nella fase a gironi per 5-4. Gli azzurri cercheranno di salire sul podio per la terza volta nella loro storia (dopo il 3° posto a Copacabana 1996 e il 2° posto del 2008).


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*