ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 35ª giornata: Lazio 7 bellezze, è Europa League! Inter disastro, e Palermo in B
Serie A, 35ª giornata: Lazio 7 bellezze, è Europa League! Inter disastro, e Palermo in B
Keita Lazio-Sampdoria, Serie A. eurosport

Serie A, 35ª giornata: Lazio 7 bellezze, è Europa League! Inter disastro, e Palermo in B

Altri importanti verdetti in Serie A: la Lazio dilaga 7-3 sulla Samp e vola in Europa League grazie anche all’ennesimo k.o. dell’Inter; Palermo in B dopo 3 anni.

LAZIO-SAMPDORIA 7-3. Festival del gol, la Lazio c’ha preso gusto: dopo il 6-2 al Palermo e l’1-3 nel derby alla Roma, la squadra di Simone Inzaghi dilaga letteralmente sulla Sampdoria e grazie alla sconfitta dell’Inter in contemporanea a Marassi ha la certezza di disputare la prossima Europa League.

Partita letteralmente a senso unico e indirizzata già nei primi 45’: in gol vanno Keita, Immobile su rigore, Hoedt, Anderson su rigore e de Vrij; inutile il 2-1 blucerchiato di Linetty; nella ripresa segnano pure Lulic e di nuovo Immobile che sale a quota 22 reti in questa Serie A. Doppietta pure per Quagliarella (secondo su rigore). 10 gol all’Olimpico in 90’: che bellezza!

GENOA-INTER 1-0. Il momento nero degli interisti continua pure a Marassi, dove l’ex Pandev – dopo aver ferito sia la Lazio che il Napoli – fa altrettanto contro la squadra che fu anche sua nel periodo del Triplete.

Prima il macedone, subentrato da 20’ al posto dell’infortunato Simeone, segna poi Lamanna blinda il risultato respingendo il rigore del possibile pari di Candreva; Kondogbia rivolge pure qualche insulto all’arbitro e finisce anzitempo negli spogliatoi. L’Inter sprofonda sempre più giù: 2 punti appena nelle ultime 7 e una crisi che non ha mai fine. Se non dovesse vincere contro il Sassuolo per i nerazzurri sarebbe la peggiore striscia senza vittorie dall’istituzione della Serie A…

SASSUOLO-FIORENTINA 2-2. Vantaggio ospite nel primo tempo con Chiesa, che insacca su assist di Borja Valero dopo l’errore dal dischetto di Kalinic. Nella ripresa però il Sassuolo ha un sussulto d’orgoglio e riesce addirittura a pareggiare e sorpassare in pochi minuti: al 74’ Politano trasforma un rigore, all’85’ Iemmelo fa impazzire i neroverdi.

Ma proprio quando sembra finita la squadra di Di Francesco gestisce male un pallone e Bernardeschi salva tutta la Viola col gol del 2-2. È il 95’: la squadra di Sousa spreca la chance per accorciare sul treno chiamato Europa.

CHIEVO-PALERMO 1-1. È al Bentegodi che il Palermo certifica il suo ritorno in Serie B: dopo tre anni di massima serie i rosanero siciliani tornano in cadetteria dopo l’1-1 col Chievo.

Decidono la gara il rigore di Pellissier al 67’ e l’inutile pari di Goldaniga all’88’. Il risultato dell’Empoli col Bologna rende però matematicamente la retrocessione della squadra di Diego Lopez.

EMPOLI-BOLOGNA 3-1. Un’altra vittoria fondamentale: l’Empoli di Martusciello miete punti nella corsa per la salvezza. Dopo il rapido botta e risposta fra Croce e Verdi nel primo quarto d’ora scarso, gli azzurri toscani mettono la freccia con i gol di Manuel Pasqual e di Andrea Costa.

L’Empoli lascia così invariati i punti di distacco dal Crotone: 32 punti a 28, e +4 che a 3 giornate dalla fine della Serie A regge. La squadra di Donadoni resta invece ferma a 38 punti.

PESCARA-CROTONE 0-1. Crotone, il nuovo risultato positivo non viene coadiuvato dalla sorte. Il sesto risultato utile consecutivo (4 vittorie compresa quella di Pescara e due pareggi) non riesce a ricucire il gap con l’Empoli, anche se i Pitagorici continuano a dimostrare di essere generosamente disposti a tutto pur di tenere accesa la fiammella.

All’Adriatico serve un’autentica prodezza di Aleksandar Tonev, che al 72’ scaglia un bolide pazzesco nel sette di Fiorillo e firma la sua prima rete in maglia crotonese e in questa Serie A.

 


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*