ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2017, primo giorno di riposo in attesa dell’Etna
Giro d’Italia 2017, primo giorno di riposo in attesa dell’Etna
GAVIRIA Fernando (COL)(Quick-Step Floors ) Photo LaPresse - Spada 08/05/2017 Altavilla Milicia, Palermo

Giro d’Italia 2017, primo giorno di riposo in attesa dell’Etna

Il Giro d’Italia 2017 osserva il suo primo giorno di riposo. Dopo le tre tappe in Sardegna, due voli charter hanno trasportato i corridori da Cagliari a Palermo, mentre l’intera carovana ha compiuto lo stesso tragitto su due traghetti dedicati.

Si ripartirà per la quarta tappa, Cefalù-Etna, con Fernando Gaviria (Quick-Step Floors) in Maglia Rosa con un vantaggio di nove secondi su André Greipel (Lotto Soudal) e tredici su Lukas Pöstlberger (Bora – Hansgrohe). Domani non ci sarà spazio per loro, che lasceranno il palcoscenico agli scalatori, ma intanto il ventiduenne colombiano si gode meritatamente la leadership della classifica e non nasconde le sue emozioni nella conferenza stampa organizzata nell’albergo del team.

Il due volte iridato su pista rivela che è stato “bellissimo svegliarsi qui in Sicilia e vedere la Maglia Rosa accanto al mio letto” e, ritornando al capolavoro che la sua squadra ha compiuto nella terza frazione, ammette che i suoi compagni di squadra sono stati “veramente forti”, sentendosi orgoglioso che molte persone ricorderanno quell’azione nel vento orchestrata dalla compagine guidata da Davide Bramati. Poi, ancora sul suo abito rosa, afferma: “La vittoria di ieri è la più importante della mia carriera“, dal momento che si tratta della prima in un Grande Giro, per giunta ottenuta davanti alla presenza dei suoi genitori e di sua sorella. “Senza di loro non sarei mai diventato la persona che sono oggi”, conclude mostrando affetto verso i suoi familiari.

Nel frattempo è stata inaugurata presso la Biblioteca Regionale Universitaria di Catania, la mostra “Sicilia. Amore infinito”, realizzata in occasione del Giro 100. Il percorso espositivo ripercorre tutte le tappe siciliane della storia del Giro d’Italia, ricordate attraverso le pagine sportive dei vari quotidiani – la Gazzetta dello Sport in primis – nonché attraverso immagini e filmati d’epoca che fanno rivivere aneddoti e successi del ciclismo nella grande isola italiana. “Il Giro è cultura”, esclama il direttore Rcs Mauro Vegni intervenuto alla mostra.

Clicca qui per tutte le classifiche aggiornate.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*