ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro del Belgio 2017, a Lammertink la tappa regina
Giro del Belgio 2017, a Lammertink la tappa regina

Giro del Belgio 2017, a Lammertink la tappa regina

Se la aggiudica Maurits Lammertink la tappa regina del Giro del Belgio 2017: nella quarta e penultima giornata, l’olandese della Katusha-Alpecin si impone sul traguardo di Ans, mentre il nuovo leader della classifica generale è il francese Remi Cavagna (Quick Step Floors).

È la frazione più attesa della breve corsa a tappe: si attraversano i punti simbolo della Liegi-Bastogne-Liegi, dalla Redoute alla Roche-au-Faucons, dal Saint Nicolas alla Rue de Naniot. I corridori, dunque, si danno battaglia sin dalle prime fasi.

La fuga che prende piede alcuni chilometri dopo il via vede protagonisti Rémi Cavagna e Petr Vakoc (Quick-Step Floors), Jürgen Roelandts (Lotto Soudal), Ruben Guerreiro (Trek-Segafredo), Maurits Lammertink e Rein Taaramae (Katusha-Alpecin), Jens Keukeleire (Belgique), Mark Christian (Aqua Blue Sport), Antoine Duchesne (Direct Energie), Oscar Riesebeek (Roompot-Nederlandse Loterij), Vincent Baestaens (Telenet-Fidea) e Philipp Walsleben (Beobank-Corendon).

Il corposo drappello acquisisce fino a cinque minuti di vantaggio, ma dietro non stanno a guardare: ci prova la Lotto Soudal, su tutte, a ridurre il gap, e a poco più di trenta chilometri alla conclusione il distacco è ormai ridotto a un minuto. Ma i battistrada non demordono e, spronati da un combattivo Guerreiro, danno nuovamente filo da torcere a chi insegue. Con il corridore della Trek rimangono altri quattro atleti: Cavagna, Lammertink Kekuelaire e Christian.

Cercano di limitare i danni Tiesj Benoot (Lotto Soudal), Philippe Gilbert (Quick-Step Floors), Jan Bakelants e Oliver Naesen (Belgio), Jelle Vanendert (Lotto Soudal) e Tony Martin (Katusha-Alpecin), ma ormai è troppo tardi: a giocarsi il successo parziale è il quintetto al comando. Tra i suoi componenti ha la meglio il ventiseienne Lammertink, che trova la prima vittoria in maglia Katusha-Alpecin. Alle sue spalle Guerreiro, Keukelaire e Cavagna: quest’ultimo, ventunenne neoprofessionista, diventa il nuovo leader della classifica generale con un solo secondo di vantaggio sul compagno di fuga della Orica-Scott.

Gli immediati inseguitori giungono a mezzo minuti di ritardo e vengono regolati da Bakelants, mentre il leader del mattino Wout Van Aert (Veranda’s Willems) chiude in ritardo e deve abdicare. Ora non resta che una sola frazione: la Tienen › Tongeren (177 km). Con i distacchi così poco accentuati, anche il Chilometro d’oro può risultare decisivo per decretare il vincitore finale.

Ordine d’arrivo 4^ tappa:

1 Maurits Lammertink (Ned) Team Katusha – Alpecin 4:09:50
2 Rúben Guerreiro (Por) Trek – Segafredo 0:00:00
3 Jens Keukeleire (Bel) Nationalmannschaft Belgien 0:00:05
4 Rémi Cavagna (Fra) Quick Step Floors 0:00:05
5 Jan Bakelants (Bel) Nationalmannschaft Belgien 0:00:31
6 Julien Vermote (Bel) Quick Step Floors 0:00:31
7 Oliver Naesen (Bel) Nationalmannschaft Belgien 0:00:31
8 Tiesj Benoot (Bel) Lotto – Soudal 0:00:31
9 Tony Martin (GER) Team Katusha – Alpecin 0:00:31
10 Philippe Gilbert (Bel) Quick Step Floors 0:00:31

Classifica generale:

1 Rémi Cavagna (Fra) Quick Step Floors 13:18:23
2 Jens Keukeleire (Bel) Nationalmannschaft Belgien 0:00:01
3 Tony Martin (GER) Team Katusha – Alpecin 0:00:05
4 Philippe Gilbert (Bel) Quick Step Floors 0:00:14
5 Julien Vermote (Bel) Quick Step Floors 0:00:34
6 Maurits Lammertink (Ned) Team Katusha – Alpecin 0:00:34
7 Tiesj Benoot (Bel) Lotto – Soudal 0:00:35
8 Oliver Naesen (Bel) Nationalmannschaft Belgien 0:00:36
9 Rúben Guerreiro (Por) Trek – Segafredo 0:00:46
10 Wout Van Aert (Bel) Vérandas Willems – Crelan 0:00:52


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*