ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Road to Cardiff -5: iniziata la marcia di avvicinamento della Juventus
Road to Cardiff -5: iniziata la marcia di avvicinamento della Juventus
Vinovo, 02.05.2017 - - Allenamento di vigilia di Monaco-Juventus, Champions League Nella foto: I giocatori della Juventus scherzano con le telecamere

Road to Cardiff -5: iniziata la marcia di avvicinamento della Juventus

Mancano 5 giorni a Cardiff, per l’ingresso nella storia. La Juventus ha iniziato il programma di avvicinamento alla sfida col Real Madrid.

La settimana di avvicinamento alla finale di Champions League di sabato 3 giugno contro il Real Madrid è iniziata in un giorno comunque triste, quello del 32esimo anniversario della tragedia dell’Heysel, in cui morirono 39 tifosi bianconeri nel giorno della finale di Coppa dei Campioni Juventus-Liverpool. Un giorno triste e di doveroso ricordo, con quel +39 a scandire la storia bianconera di questi 32 anni.

Con la morte nel cuore e il ricordo vivo in testa, la Juventus ha cominciato a snocciolare i suoi giorni d’attesa e preparazione con l’Open-Day, diviso fra la conferenza stampa di Allegri e Chiellini e l’allenamento della squadra allo Stadium.

Hanno parlato praticamente tutti, i protagonisti di quest’eccezionale stagione in bianconero: quella che è coincisa con il terzo Double Scudetto-Coppa Italia di fila e soprattutto col sesto titolo consecutivo di campioni d’Italia.

Il morale nell’ambiente juventino è a mille. C’è chi come Gonzalo Higuain non sta più nella pelle al solo pensiero di affrontare la squadra che l’ha lanciato nel calcio che conta: «È la partita più bella che si possa giocare. Ci stiamo allenando al meglio, con la giusta tensione perché vogliamo finire questa stagione vincendo la Champions, che sarebbe una cosa straordinaria. Mi aspetto una gara complicatissima, loro sono abituati a giocare queste sfide, sono stato lì sette anni e lo so bene ma speriamo di portare a casa questo trofeo che la Juve sta inseguendo da anni. Allegri ha detto che è il momento di vincere la Champions? Sono d’accordo, senza dubbio è arrivato il momento giusto».

Gli ha fatto eco Dybala, che ha confermato come alla Juventus ci siano sensazioni diverse rispetto alla finale di Berlino 2015 persa contro il Barcellona che la Joya ha solo sfiorato visto che era appena stato acquistato da Madama. Il 21 argentino ha fatto due nomi: «Sono arrivati giocatori importanti, che hanno giocato questo tipo di partite. Ho parlato con Dani Alves e Khedira che quella coppa l’hanno vinta e vogliono rivincerla. Affronteremo un avversario difficile ma se vuoi vincere la Champions devi battere i migliori. Io giocatore chiave? Lo siamo tutti alla Juve, qui contano tutti gli undici che entrano in campo».

Dalla partita più importante della sua carriera è atteso Miralem Pjanic: «Speriamo di vincerla, a noi importa solo vincere. Tutti mi hanno parlato della finale 2015, dicono che quest’anno c’è più consapevolezza rispetto a due anni fa. Abbiamo giocato una grande Champions, abbiamo meritato la finale. La squadra è pronta, stiamo facendo una bellissima stagione e speriamo di fare il Triplete. La squadra ci crede molto, adesso ci prepareremo bene ma senza troppa pressione, affronteremo il Real Madrid come qualsiasi altra squadra. Loro hanno tantissima qualità in tutti i reparti, arrivano molto veloci in attacco ma hanno anche dei difetti e proveremo a fargli male».

Infine lucidissima l’analisi del veterano Andrea Barzagli: «Ha ragione il mister, ci vuole positività, se siamo arrivati in fondo alla Champions due volte in tre anni vuol dire che ce lo siamo meritati. La Champions ti dà ancora più fiducia e più forza a differenza del campionato dove ci stiamo imponendo da diversi anni. Le gare europee ci hanno fatto crescere continuamente. Ora siamo al top, abbiamo vinto giù due trofei e ora manca il più importante. Il Real è molto abituato a giocare queste sfide, per loro questa sarà la terza finale in quattro anni ma anche noi abbiamo la giusta esperienza e potremo dire la nostra».

Il programma di avvicinamento dei bianconeri a Cardiff è presto detto: tre sedute singole nella tarda mattinata di martedì, mercoledì e giovedì.

 

Venerdì alle 11, invece, ci sarà la partenza per il Galles destinazione Cardiff con un volo privato e senza scalo. Alle 16.15 la conferenza stampa della vigilia, seguita alle 17.30 dall’allenamento al Millennium Stadium, dove sabato sera alle 20.45 ci sarà il calcio d’inizio di uno Juventus-Real Madrid da brividi.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*