ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour of Bihor, dominio Androni-Sidermec. Mayenne, dominio Van Der Poel
Tour of Bihor, dominio Androni-Sidermec. Mayenne, dominio Van Der Poel

Tour of Bihor, dominio Androni-Sidermec. Mayenne, dominio Van Der Poel

In quest’affollata prima domenica di giugno si concludono due brevi corse a tappe del calendario internazionale: al Tour of Bihor (2.2) la Androni-Sidermec fa sue anche l’ultima tappa e la classifica generale, mentre alla Boucle de la Mayenne (2.1) Mathieu Van Der Poel si conferma irresistibile.

Tour of Bihor. Tre su tre e leadership finale. Come dodici mesi fa, anche in questo 2017 la Androni-Sidermec va alla conquista completa della Romania. Dopo essersi aggiudicata la prima tappa in volata con Matteo Malucelli e la seconda in salita con Rodolfo Torres, la squadra Professional italiana completa l’en plein con gli stessi due protagonisti: al primo l’ultima frazione, al secondo la classifica generale.

Sul traguardo di Oradea il giovane sprinter azzurro trova la seconda vittoria stagionale, mentre il colombiano scrive il proprio nome nell’albo d’oro succedendo il suo connazionale Egan Bernal. Per Torres si tratta del successo ritrovato dopo sette anni di astinenza, sebbene in questa stagione avesse già dimostrato di avere una bella gamba anche in prove di assoluto valore come la Tirreno-Adriatico.

Boucles de la Mayenne, ultima tappa e vittoria finale a Mathieu Van Der Poel. Ci ha preso gusto a vincere, il ventiduenne figlio d’arte belga. Il corridore della Beobank-Corendon, già vittorioso quest’anno in una frazione del Giro del Belgio e in un’alta proprio in questo breve appuntamento francese, si aggiudica la classifica finale regolando tutti allo sprint, a cominciare dai francesi Marc Sarreau (FDJ), con Yohann Gene (Direct Energie), mentre Andrea Palini (Androni-Sidermec) è il primo italiano.

Brucia velocemente le tappe, il corridore che ha già dimostrato di essere un portento nel ciclocross. Non staranno a guardare i WorldTeam in vista della prossima stagione: siamo certi che Quick Step Floors e le alte compagini che punteranno a far bene alle Classiche del Nord non si faranno sfuggire questo gioiellino che promette molto bene.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*