ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia Under 23, il campione europeo Riabushenko primo a Castellarano
Giro d’Italia Under 23, il campione europeo Riabushenko primo a Castellarano
@giroditaliau23

Giro d’Italia Under 23, il campione europeo Riabushenko primo a Castellarano

Ancora una firma prestigiosa al Giro d’Italia Under 23: a Castellarano, sede d’arrivo della seconda tappa, si impone il campione europeo Alexander Riabushenko (Palazzago Amaru), che riesce ad anticipare il gruppo di una manciata di metri concludendo a braccia alzate. Neilson Powless (Axeon Hagens Berman) resta in maglia rosa.

È la provincia di Reggio Emilia, più precisamente l’area delle terre di Canossa, ad ospitare questa seconda frazione del Giro. I corridori sono chiamati ad affrontare un circuito di 31.5 km da ripetere per cinque volte: l’arrivo è posto in cima allo strappo dell’Abbazia di San Valentino.

Subito defezioni alla partenza: causa postumi di una caduta occorsa nella prima giornata, non partono Simone Ravanelli (Unieuro Trevigiani) e la coppia Edward Dunbar e Logan Owen, compagni di squadra della maglia rosa alla Axeon Hagen Bermans. E dopo pochi chilometri abbandona anche Daniel Favaro (Cycling Team Friuli), maglia nera.

Dopo alcuni tentativi andati a vuoto, la fuga giusta vede protagonisti Marco Negrente (Colpack), Simone Bevilacqua (Zalf Euromobil), Mattia Bais (Cycling Team Friuli), Raul Colombo (Gavrdo), Massimo Rosa (Hoppà Petroli Firenze), Nicholas Dlamini (Dimension Data), Stephen Williams (Seg Racing Academy) e Tanguy Turgis (BMC Development Team).

Esita troppo il francese Corentin Ermenault (Team Wiggins), che resta a bagnomaria per diversi chilometri, prima di venire ripreso dal gruppo. I battistrada, invece, dopo aver raggiunto un vantaggio massimo di poco inferiore ai tre minuti, devono gestirne di fatto la metà una volta percorsi 100 km di gara. Il loro tentativo si esaurisce definitivamente ai meno venticinque alla conclusione.

L’andatura è molto alta, ma ciò non impedisce a German Tivani (Unieuro Trevigiani) e Nicholas Cianetti (Hopplà) di allungare. A dieci chilometri al termine la coppia ha 40″ sul gruppo in fortissima rimonta, che chiude anche su questo allungo ai meno quattro. Axeon Hagen Bermans e Zalf Eurofior conducono il plotone nelle fasi finali, ma ancora una volta questo viene sorpreso da un attacco letale: è quello del bielorusso Alexander Riabuschenko, che lascia tutti sul posto chiudendo trionfante sulla linea del traguardo in leggera salita di San Valentino.

A chiudere il podio alle spalle del ventiduenne bielorusso giungono il russo Pavel Sivakov e lo svizzero Patrick Muller, entrambi in forza al Bmc Development Team. Quarto posto per il primo degli italiani, Giacomo Zilio (Zalf Euromobil Désirée Fior). Non cambia la classifica generale, che vede sempre in maglia rosa lo statunitense Nelson Powless.

Si prosegue con la terza tappaBagnara di Romagna-Forlì (140.5 km), con sei salite (l’ultima, il terza categoria di Rocca delle Caminate), ma con un finale tra discesa e pianura.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*