ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro di Svizzera 2017, Philippe Gilbert prevale a Cham
Giro di Svizzera 2017, Philippe Gilbert prevale a Cham

Giro di Svizzera 2017, Philippe Gilbert prevale a Cham

Una firma autorevole nella seconda tappa del Giro di Svizzera 2017: ad imporsi sul traguardo di Cham è il belga Philippe Gilbert (Quick Step Floors), che si lascia alle spalle il neozelandese Patrick Bevin (Cannondale-Drapac) e il francese Anthony Roux (FDJ). Lo svizzero Stefan Kung (Bmc) è il nuovo leader della corsa.

È una frazione in circuito, la prima in linea del Tour de Suisse: bisogna affrontare cinque tornate con fulcro sul GPM di Horben, con l’ultimo scollinamento a venti chilometri all’arrivo. Protagonisti della fuga iniziale sono Lasse Norman Hansen e Conor Dunne (Aqua Blue Sport), Nicolas Dougall (Dimension Data), Nick Van Der Lijke (Rompoot – Nederlandse Loterij) e Antoine Duchesne (Direct Energie), che acquisiscono un vantaggio massimo di sei minuti, prima di essere ripresi soltanto sull’ultima scalata a Horben.

Nelle fasi finali ci provano Damiano Caruso (BMC Racing), Alberto Rui Costa (UAE Team Emirates) e Jan Bakelants (Ag2r La Mondiale), prima di un’azione della Bmc condotta in prima persona da Greg Van Avermaet. Ma la selezione non è quella attesa, così c’è un gruppo piuttosto numeroso che arriva a giocarsi il successo parziale.

A regolare tutti è Philippe Gilbert, che ha la meglio su Patrick Bevin e su Anthony Roux. Quarto posto per il padrone di casa Michael Albasini (Orica-Scott), quinto per l’italiano Matteo Trentin (Quick Step Floors). Altri italiani nei dieci è Niccolò Bonifazio (Bahrain-Merida), settimo davanti a Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), e Valerio Conti (UAE Team Emirates), nono.

Cambia la classifica generale: il vincitore del prologo Rohan Dennis (Bmc) incappa in una caduta a trenta chilometri all’arrivo e cede il simbolo del primato al suo compagno di squadra Stefan Kung, ora ad un solo secondo di vantaggio su Michael Matthews (Team Sunweb) e Tom Dumoulin (Team Sunweb). In un’altra caduta ad avere la peggio è Jonas Koch (CCC Sprandi Polkowice), che coinvolge (senza conseguenze) anche Sacha Modolo (UAE Team Emirates), il quale deve comunque dire addio alle ambizioni di successo parziale.

La terza tappa si svolge sulle strade di Berna: sono i 160 km altimetricamente più facili dell’intera corsa, dunque facile prevedere un arrivo in volata.

Ordine d’arrivo 2^ tappa:

GILBERT Philippe (Quick – Step Floors) 4:22:36
2 BEVIN Patrick (Cannondale Drapac Pro Cycling Team) 0:00:00
3 ROUX Anthony (Fdj) 0:00:00
4 ALBASINI Michael (Orica – Scott) 0:00:00
5 TRENTIN Matteo (Quick – Step Floors) 0:00:00
6 BURGHARDT Marcus (Bora – Hansgrohe) 0:00:00
7 BONIFAZIO Niccolo (Bahrain – Merida) 0:00:00
8 SAGAN Peter (Bora – Hansgrohe) 0:00:00
9 CONTI Valerio (Uae Team Emirates) 0:00:00
10 MATTHEWS Michael (Team Sunweb) 0:00:00

Classifica generale:

1 KÜNG Stefan (Bmc Racing Team) 4:29:08
2 MATTHEWS Michael (Team Sunweb) 0:00:01
3 DUMOULIN Tom (Team Sunweb) 0:00:01
4 BOOM Lars (Team Lotto Nl – Jumbo) 0:00:04
5 SAGAN Peter (Bora – Hansgrohe) 0:00:08
6 CARUSO Damiano (Bmc Racing Team) 0:00:10
7 ALBASINI Michael (Orica – Scott) 0:00:11
8 HOULE Hugo (Ag2r La Mondiale) 0:00:12
9 BEVIN Patrick (Cannondale Drapac Pro Cycling Team) 0:00:13
10 TRENTIN Matteo (Quick – Step Floors) 0:00:14


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*