ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia Under 23, festeggiano Areruya e Hamilton. Sivakov resta in rosa
Giro d’Italia Under 23, festeggiano Areruya e Hamilton. Sivakov resta in rosa

Giro d’Italia Under 23, festeggiano Areruya e Hamilton. Sivakov resta in rosa

Il quinto giorno del Giro d’Italia Under 23 prevede due semitappe: al mattino arriva la storica vittoria del ruandese Joseph Areruya (Dimension Data for Qhubeka), nella crono pomeridiana si impone l’australiano Lucas Hamilton (Mitchelton-Scott). Il russo Pavel Sivakov (Bmc) resta in maglia rosa.

Il traguardo di Osimo resterà comunque nelle statistiche del ciclismo: mai un corridore di colore aveva vinto sulle strade italiane, a rompere il tabù ci pensa Joseph Areruya, ventunenne nato a Kigali ma residente a Lucca.

Annullata la consueta fuga di giornata a dieci chilometri alla conclusione grazie al ritmo imposto da Mitchelton-Scott e Unieuro Trevigiani, si decide tutto sulla salita di terza categoria che conduce al traguardo in provincia di Ancona. Qui Areruya fa la differenza e per due secondi ha la meglio del russo Nikolai Cherkasov (Gazprom-Rusvelo) e del britannico Robert Stannard (Michelton-Scott). Cristian Scaroni (General Store Bottoli) è il primo azzurro, settimo a cinque secondi.

Al pomeriggio si corre la cronometro individuale di 14 km che affronta la salita di Osimo e si conclude a Campocavallo. A far segnare il miglior tempo è l’australiano Lucas Hamilton, che conferma la grande propensione degli atleti aussie per le prove contro il tempo. È di 17’45” il suo tempo, sei secondi meglio del britannico Scott Davis (Team Wiggins).

Terzo posto per il belga Senne Leysen (Bel) a 8″, seguito dal primo italiano che, come nei giorni passati, si ferma appena ai piedi del podio: in questo caso è il bravo Paolo Baccio (Mastromarco), a 11″. Il russo Pavel Sivakov, difendendosi bene anche in questa giornata, resta saldamente al comando della classifica generale.

La sesta tappa va da Francavilla Mare a Casalincontrada (133 km), con quattro salite (tra cui il prima categoria di Roccamontepiana e l’arrivo di terza categoria) e numerosi altri strappetti che certamente scremeranno il gruppo e definiranno ulteriormente la graduatoria.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*