ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Confederations Cup, 1ª giornata: anteprima Russia-Nuova Zelanda
Confederations Cup, 1ª giornata: anteprima Russia-Nuova Zelanda
Nazionale Russia

Confederations Cup, 1ª giornata: anteprima Russia-Nuova Zelanda

Comincia oggi la Confederations Cup 2017: il torneo si apre con Russia-Nuova Zelanda, ore 17.00 allo stadio Krestovsky/Zenit Arena di San Pietroburgo.

Il primo atto della Confederations Cup 2017 è dunque quello che metterà di fronte i padroni di casa della Russia e la Nuova Zelanda, qualificata in quanto squadra campione d’Oceania.

La nazionale di Stanislav Čerčesov parte ovviamente coi favori del pronostico in quanto nazione ospitante, che l’anno prossimo negli stadi di questa manifestazione e in altri ospiterà i Mondiali di calcio. La Russia punta a rivincere dopo più di mezzo secolo un torneo per nazioni, dopo l’Europeo vinto dall’URSS del leggendario Lev Jašin nel 1960. La nazionale russa attuale, composta completamente da elementi che giocano nella Prem’er-Liga, ha tanta esperienza che forse potrebbe tramutarsi in difetto: ben 14 elementi della rosa hanno più di 30 anni.

Dall’altra parte c’è la Nuova Zelanda dell’inglese Anthony Hudson, squadra materasso del girone che proverà comunque a ben figurare.

Modulo a unica punta per Čerčesov: il centravanti del Krasnodar Smolov sarà terminale offensivo con Miranchuk e ai lati Zhirkov e Samedov. Soltanto panchina per Tarasov e Kombarov.

Gli oceanici saranno guidati dal veterano 35enne Shane Smeltz, che segnò contro l’Italia a Sudafrica ’10 e che andrà alla ricerca del record di presenze con la sua nazionale; al suo fianco ci sarà l’altro attaccante Wood. Per il resto difesa abbottonata a cinque elementi e tre centrocampisti.

PROBABILI FORMAZIONI

RUSSIA (4-5-1): Akinfeev; Smolnikov, Shishkin, Vasin, Kudryashov; Samedov, Glushakov, Golovin, Miranchuk, Zhirkov; Smolov. Allenatore: S. Čerčesov.

NUOVA ZELANDA (5-3-2): Marinovic; Colvey, Durante, Boxall, Tzimopoulos, Wynne; McGlinchey, Thomas, Rojas; Smeltz, Wood. Allenatore: A. Hudson.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*