ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Europei Under 21 2017: Italia-Danimarca 2-0, azzurrini forti col fattore P
Europei Under 21 2017: Italia-Danimarca 2-0, azzurrini forti col fattore P
Italia-Danimarca Under 21 Europei. LaPresse

Europei Under 21 2017: Italia-Danimarca 2-0, azzurrini forti col fattore P

Buona la prima degli azzurrini agli Europei Under 21 2017: a Cracovia Italia-Danimarca finisce 2-0, a segno Pellegrini (rovesciata spettacolare!) e Petagna.

Bisognava partire col piede giusto e per questo la missione della Nazionale di Gigi Di Biagio può dirsi compiuta: affrontare la Danimarca – come l’Italia e l’Inghilterra unica a essere rimasta imbattuta nel girone di qualificazione – era infatti scomodo e nascondeva mille insidie; Benassi, Berardi & co. superano la prova a pieni vuoti almeno nel risultato, con qualche aggiustatina da fare specie nell’approccio ma soprattutto tanti buoni segnali che fanno ben sperare per il prosieguo di questo Europeo

L’unica nota stonata del debutto dell’Italia Under 21 sono gli insulti ricevuti da Donnarumma da un manipolo di tifosi azzurri (forse proprio milanisti) appostati dietro di lui: striscione “Dollarumma” a tinte rossonere e banconote finte gettate all’interno della sua porta a gara in corso. Corollario polemico in una serata che per gli azzurrini resta lieta.

L’Italia prende in mano le redini del gioco dall’inizio, ma l’atteggiamento dei danesi è abbottonatissimo e guardingo e perciò i ragazzi di Di Biagio faticano non poco ad avvicinarsi alla porta biancorossa. Il primo squillo arriva intorno al 20’ quando Conti raccoglie di destro un cross proveniente dalla sinistra e da posizione defilata colpisce l’esterno della rete.

Più netta invece l’occasione che si crea Benassi poco prima della mezz’ora: bella staffilata da fuori area con Hojbjerg che si distende sulla sua destra e con intervento plastico sventa. Poi la nostra U21 si spegne con il passare dei minuti prima dell’intervallo.

Nella ripresa però la musica è tutt’altra: strigliata probabilmente dal suo c.t., l’Italia rientra in campo più volitiva e vivace e comincia a spingere più insistentemente. Al 54’ gli Azzurrini passano con una rete da antologia da vedere e rivedere: rimpallo aereo in area, Lorenzo Pellegrini – del Sassuolo ma in procinto di passare alla Roma – sfodera una meravigliosa semirovesciata e infila Hojgbjerg per il fondamentale 1-0 italiano.

Finalmente sgombri dai timori dell’esordio gli azzurrini vanno in vantaggio, anche se vacillano per tre volte in cui Hjulsager spaventa Donnarumma, mancando la porta in un paio di occasioni e vedendo il proprio destro a giro respinto dal portiere azzurro nella terza.

La Danimarca però difetta tanto di tecnica, e l’Italia tutto sommato soffre il giusto nel contenere le scorribande dei biancorossi del Nord. Anzi, all’86’ arriva pure il gol che chiude la contesa: lo realizza, dopo due tentativi precedenti andati a male, l’atalantino Petagna che da due passi gonfia la rete dopo l’ottima assistenza di Chiesa.

Ora mercoledì con la Repubblica Ceca toccherà scavare un altro solco per la qualificazione e prepararsi al meglio al big match per la leadership del girone contro la Germania.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*