ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Confederations Cup 2017, 1ª giornata: la Germania rischia grosso, poi è 3-2 all’Australia
Confederations Cup 2017, 1ª giornata: la Germania rischia grosso, poi è 3-2 all’Australia
Goretzka Germania-Australia Confederations Cup 2017. spiegel.de

Confederations Cup 2017, 1ª giornata: la Germania rischia grosso, poi è 3-2 all’Australia

Quasi una sorpresa alla Confederations Cup 2017: la Germania sperimentale di Löw rischia di farsi frenare dall’Australia ma vince poi 3-2.

Quando si sente parlare di Germania, viene chiaramente in mente la squadra campione del mondo a Brasile ’14. Beh, conviene scordarsela: perché la Mannschaft che si è presentata ai blocchi di partenza di questa Confederations Cup 2017 è una lontana parente di quella che trionfò tre anni in Sudamerica. Mancano praticamente tutti i titolari: da Neuer all’uomo della finale Götze, da Höwedes a Hummels a Boateng, da Khedira a Kroos, da Ozil a Schürrle, da Marco Reus a Mario Gomez… Insomma, la crema della crema del calcio tedesco, tenuta a riposo dal c.t. Löw a vantaggio dei giovani rampolli teutonici.

La prima uscita di questa Germania sperimentale è a due facce come dimostra il risultato finale di una partita inaugurale che ci si immaginava molto meno accidentata: ne esce fuori un 3-2 che rende merito ai coriacei Socceroos e mette in luce le difficoltà tedesche che Löw dovrà registrare prima della prossima uscita, già decisiva, contro il Cile giovedì sera.

La Germania parte a spron battuto e già al 5’ va in vantaggio: sgroppata di Brandt sulla destra, palla recapitata al centro per Stindl che tutto solo fa 1-0. La nazionale tedesca entusiasma per la qualità del suo gioco, e va almeno tre volte con i colpi di testa di Goretzka e Sandro Wagner e l’azione personale dello stesso Brandt. Gli ultimi due sono protagonisti: il primo si divora il gol davanti alla porta, il secondo impegna Ryan che respinge coi guantoni.

L’Australia però si dimostra squadra capace di incassare e ripartire: e così, dopo la ghiotta occasione sciupata da Sainsbury (quello in quota Inter) i Socceroos trovano il pareggio con la grande complicità di Reno, che si fa beffare dal sinistro dalla distanza di Rogic. I gialloverdi non hanno neppure il tempo di festeggiare perché la Germania rimette subito il muso avanti: Luongo commette fallo su Goretzka e Draxler dal dischetto è freddissimo per il 2-1 teutonico.

Nella ripresa pochi minuti e lo stesso Goretzka mette in ghiaccio il risultato inserendosi perfettamente sul cross di Kimmich; l’Australia però ha sette vite e rimette in discussione tutto: merito del tap-in vincente di Juric, smarcato per così dall’errore marchiano di Leno che mal respinge una conclusione di Rogic (gol convalidato dalla VAR).

Nel finale occasioni per i neoentrati: da una parte Werner dopo grande spunto personale; dall’altra Troisi. Entra anche Tim Cahill, che colleziona il suo 98esimo gettone di presenza in nazionale, ma il risultato non cambia più.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*