ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Campionati nazionali 2017: il resoconto delle gare in linea [parte 2]
Campionati nazionali 2017: il resoconto delle gare in linea [parte 2]

Campionati nazionali 2017: il resoconto delle gare in linea [parte 2]

Fabio Aru è campione d’Italia 2017. E negli Altri Paesi? Ecco il resoconto di ciò che è avvenuto nelle prove in linea disputate nei vari campionati nazionali. Clicca qui per la prima parte.

È una volata ad assegnare il titolo in Francia e a contenderselo i due maggiori sprinter del Paese: Arnaud Démare (FDJ) conferma di vivere un gran momento di forma e, appena tre giorni dopo aver portato a casa la Halle-Ingooigem, batte il suo acerrimo rivale Nacer Bouhanni (Cofidis). Volata anche in Danimarca, dove Mads Pedersen della Trek-Segafredo precede il campione uscente Alexander Kamp (Team Veloconcept) e Nicolai Brøchner (Riwal Platform Cycling Team), mentre in Norvegia emerge a sorpresa Rasmus Tiller (Joker Icopal), che vieta al più forte Edvald Boasson Hagen (Dimension Data) la gioia del tris (sul podio anche Sven Eryk Bystrom della Katusha-Alpecin).

Dopo il titolo a cronometro, Stephen Cummings (Dimension Data) va a prendersi anche quello in linea in Gran Bretagna: con un’azione delle sue nel finale, taglia in solitaria il traguardo davanti a Christopher Lawless (Axeon Hagens Berman) e Ian Bibby (JLT Condor). Stesso discorso nella vicina Irlanda per Ryan Mullen (Cannondale-Drapac), che chiude davanti a Christopher McGlinchey (ChainReaction) e Conor Dunne (Aqua Blue Sport), e in Lituania, dove Ignatas Konovalovas (Bahrain-Merida) si conferma il numero uno incontrastato del Paese. Dominio Gazprom-RusVelo in Russia con Alexander Porsev che precede il compagno Artem Nych, mentre in Lettonia arriva il primo titolo per Krists Neilands, atleta in forza alla Israel Cycling Academy.

Luka Mezgec (Orica-Scott) primo in Slovenia dopo aver battuto il ristretto drappello dei migliori: secondo Grega Bole (Bahrain-Merida), terzo Matej Mohoric (UAE Team Emirates). Un allungo ai meno tremila metri vale ad Adrian Kurek (CCC Sprandi) il titolo di campione di Polonia davanti a Marek Rutkiewicz (Wibatech 7R Fuji) ed Emanuel Piaskowy (Team Hurom). Fuori dai confini europei: in Kazakistan si impone, come prevedibile, un atleta dell’Astana, nella fattispecie Artyom Zakharov; Yusuke Hatanaka (Team Ukyo) primo in Giappone; il sorprendente Meron Abraham, corridore ancora dilettante, primo in Eritrea.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*