ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Diamond League 2017, Parigi: tutti i risultati
Diamond League 2017, Parigi: tutti i risultati

Diamond League 2017, Parigi: tutti i risultati

Giunge nella capitale francese la Diamond League 2017: a Parigi va in scena la settima tappa del massimo circuito di atletica leggera. Ecco tutti i risultati.

Salto in alto uomini. La gara più attesa dal punto di vista azzurro, dal momento che vede in lizzaGianmarco Tamberi. Ma, dispiace dirlo, la condizione del marchigiano è ancora lontana dalla sufficienza: tre nulli a 2.20 metri ci dicono come l’iridato indoor debba fare ancora molta strada in un solo mese, se vuole arrivare in tempo per i Mondiali di Londra. A vincere è il qatariota Mutaz Essa Barshim con 2.35 al primo tentativo, davanti all’ucraino Bohdan Bondarenko (2.32 al primo salto). Terzo il siriano Majed Aldin Ghazal (2.32 alla seconda prova).

Salto con l’asta maschile. Renaud Lavillenie delude i tifosi di casa e perde nuovamente la sua gara fermandosi alla modesta misura di 5.62, con tre errori a 5.77. Ad imporsi è lo statunitense Sam Kendricks, primatista stagionale con sei metri, che salta in quest’occasione fino a 5.82. Terzo l’iridato canadese Shawn Barber (5.62).

Salto triplo uomini. Tutto facile per il campione olimpico Christian Taylor, a cui basta un normale 17.29 per battere il connazionale Will Claye (17.18) e il tedesco Max Hess (17.07).

100 metri donne. Prima la giamaicana Elaine Thompson in 10.91 sull’ivoriana Marie-Josee Ta Lou (10.96) e sulla nigeriana Blessing Okagbare (11.09).

200 metri uomini. In assenza di grandi stelle internazionali primeggia il turco Ramil Guliyev (20.15) sull’olandese Churandy Martina (20.27) e sul giamaicano Rasheed Dwyer (20.45).

110 ostacoli. Il giamaicano Ronald Levy (13.05) arriva al primo posto davanti al britannico Andrew Pozzi (13.14), al francese Garfield Darien (13.15) e al Campione del Mondo russo Sergey Shubenkov (13.18).

400 metri donne. La giamaicana Novlene Williams-Mills (51.03) ha la meglio sulla statunitense Courtney Okolo (51.19) e sulla connazionale Shericka Jackson (51.91).

800 metri uomini. Il rappresentante del Botswana Nijel Amos si impone nei due giri di pista in 1:44.24 battendo i kenyani Kipyegon Bett (1:44.36), Ferguson Rotich (1:44.37) e Robert Biwott (1:45.05).

1500 metri donne. L’olandese di origini etiopiche Sifan Hassan (3:57.10)  vince il miglio davanti a Faith Kipyegon (3:57.51) e Gudaf Tsegay (3:59.55).

3000 metri uomini. Miglior tempo per l’etiope Muktar Edris (7:32.31) davanti al keniano Ronald Kwemoi e al connazionale Yomif Kejelcha. In gara anche l’italiano Yeman Crippa, autore di una buona prestazione che vale il tredicesimo posto, ma soprattutto il primato personale (7:55.31, 14 secondi meglio del precedente).

3000 siepi donne. Podio interamente keniano con Beatrice Chepkoech (9:01.69) prima davanti alle compagne Hyvin Kiyeng (9:06.00) e Celliphine Chespol (9:07.54).

 

Lancio del giavellotto uomini. La Germania vince la gara, ma non con il campione olimpico Thomas Roehler (solo terzo in 87.23), bensì con Johannes Vetter, che scaglia l’attrezzo a 88.74 metri. Secondo posto per il ceco Jakub Vadlejch (88.02).

 

 

Getto del peso donne. La cinese Lijiao Gong si piazza al primo posto con un lancio di 19.14 metri all’ultimo tentativo; seconda l’ungherese Anita Marton (18.48), terza la bielorussa Yuliya Leantsiuk (18.28).


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*