ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Austria 2017, Viviani concede il bis ad Altheim
Giro d’Austria 2017, Viviani concede il bis ad Altheim
Elia Viviani. Foto: Bettini

Giro d’Austria 2017, Viviani concede il bis ad Altheim

Ancora Elia Viviani al Giro d’Austria 2017: lo sprinter del Team Sky, in lizza con la maglia della nazionale italiana di Davide Cassani, si aggiudica la terza tappa battendo sul traguardo di Altheim l’australiano Jason Lowndes (Israel Cycling Academy) e il leader della classifica generale, l’olandese Sep Vanmarcke (Cannondale-Drapac).

Chilometraggio elevato (226 km) per questa nuova frazione della Osterreich Rundfahrt, e finale mosso, per via della presenza di tre Gran Premi della Montagna di terza categoria in successione, tra cui il Maria Scholin, collocato a trenta chilometri al traguardo.

Difficoltà non sufficienti, comunque, per creare divari ed evitare lo sprint. E ciò, nonostante i numerosi attacchi che vanno in scena sin dalle prime fasi, come quello che vede per protagonisti Jan Tratnik (CCC Sprandi Polkowice), Peter Kusztor (Amplatz-BMC) e Maximilian Hammerle (Team Vorarlberg). Ripresi costoro, ci provano Gian Friesecke (Team Vorarlberg) e Stephan Rabitsch (Team Felbermayr – Simplon Wels), prima del sudafricano Jay Thompson (Dimension Data) che sferra un attacco nelle battute finali, senza però raggiungere l’esito sperato.

Così ecco la volata. Ad imporsi è Elia Viviani, che due giorni dopo la vittoria di Vienna alza nuovamente le braccia al cielo, trovando la quarta affermazione stagionale. Sul podio dietro di lui finiscono Jason Lowndes e Sep Vanmarcke. Viviani non è il solo azzurro a terminare in top ten: si segnala il quarto posto di Filippo Fortin (Tirol Cycling Team) e l’ottavo di Riccardo Minali (Astana). Non cambia la classifica generale: rimane in testa l’olandese Sep Vanmarcke con undici secondo di vantaggio su Andrea Vendrame (nazionale italiana).

Domani la prima delle due frazioni decisive, la numero quattro: si va da Salzburg a Kitzbüheler Horn: soli 82.7 km, ma la salita finale, a quota 1600 metri d’altitudine, vedrà la battaglia tra gli scalatori presenti in gara.

Ordine d’arrivo 3^ tappa:

01 Elia Viviani 1989 Team Sky 05:22:13
02 Jason Lowndes 1994 Israel Academy Team + 00
03 Sep Vanmarcke 1988 Cannondale – Drapac + 00
04 Filippo Fortin 1989 Tirol Cycling Team + 00
05 Clement Venturini 1993 Cofidis, Solutions Credits + 00
06 Ryan Gibbons 1994 Team Dimension Data + 00
07 Sjoerd Van Ginneken 1992 Roompot – Oranje Peloton + 00
08 Riccardo Minali 1995 Astana Pro Team + 00
09 Rok Korosec 1993 Amplatz – BMC + 00
10 Fabian Lienhard 1993 Team Vorarlberg + 00

Classifica generale:

1 Sep Vanmarcke (Bel) Cannondale – Drapac Pro Cycling Team 14:53:27
2 Andrea Vendrame (Ita) Nationalmannschaft Italien 0:00:11
3 Stephan Rabitsch (AUT) Team Felbermayr – Simplon Wels 0:00:14
4 Sven Erik Bystrøm (Nor) Team Katusha – Alpecin 0:00:15
5 Ivan Savitckii (Rus) Gazprom – RusVelo 0:00:15
6 Felix Großschartner (AUT) CCC Sprandi – Polkowice 0:00:15
7 Delio Fernandez Cruz (Esp) Delko – Marseille Provence KTM 0:00:16
8 Stefan Denifl (AUT) Aqua Blue Sport 0:00:16
9 Clément Venturini (Fra) Cofidis Solutions Crédits 0:00:19
10 Ben O’Connor (Aus) Team Dimension Data 0:00:23


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*