ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Ciclomercato: Aru in orbita UAE Emirates, Quintana via dalla Movistar?
Ciclomercato: Aru in orbita UAE Emirates, Quintana via dalla Movistar?

Ciclomercato: Aru in orbita UAE Emirates, Quintana via dalla Movistar?

Il ciclomercato comincia ad infiammarsi e sono alcuni dei protagonisti del Tour de France al centro delle attenzioni: indiscrezioni vogliono Fabio Aru vicino alla UAE Team Emirates, mentre Nairo Quintana sarebbe prossimo a lasciare la Movistar a fine stagione.

Sul futuro di Fabio Aru si parla ormai da molte settimane. Davanti al sardo della Astana si sono presentate tre soluzioni: il rinnovo con la sua attuale squadra, l’approdo alla Trek-Segafredo per il dopo Contador e l’arrivo alla UAE Team Emirates diretta da Beppe Saronni. Il Cavaliere dei Quattro Mori ha sempre dichiarato di non avere fretta di decidere e che, prima dei soldi, conta il progetto che gli si offre.

Pare che quello della formazione emiratina, che ha preso le redini della Lampre, sia di suo particolare gradimento, dal momento che avrebbe l’opportunità di costruire una squadra forte attorno a sé preparando con particolare cura i più prestigiosi appuntamenti della stagione. Fonti vorrebbero la trattativa già andata in porto, in attesa di ufficializzarla a partire dal 1 agosto, giorno dell’apertura ufficiale del mercato.

E Saronni non si accontenterebbe di Aru, ma punterebbe ad altri grandi nomi: l’attaccante Daniel Martin dalla Quick Step Floors, protagonista di un ottimo Tour de France ed elemento di spicco per le Classiche delle Ardenne, ed il velocista Elia Viviani, che abbandonerà il Team Sky dopo aver avuto poco spazio in questa stagione (ricordiamo la mancata convocazione al Giro 100) a vantaggio degli scalatori.

Altro nome caldo è quello di Nairo Quintana. Il Condor ha un contratto con la Movistar fino al 2019, ma non è una novità come i rapporti tra lo scalatore colombiano ed Eusebio Unzue si siano molto raffreddati in soli due mesi. Non a casa il padre del corridore ha puntato il dito contro il team manager della compagine spagnola, dichiarando di aver bruciato suo figlio chiamandolo a disputare Giro e Tour, con risultati al di sotto delle aspettative in entrambe le circostanze.

Sembra persino che il Team Sky (il quale quasi certamente perderà Mikel Landa) abbia sondato il terreno per arrivare al grimpeur colombiano, ma come potrà coesistere quest’ultimo nella stessa squadra di Chris Froome? Le settimane successive alla fine della Grande Boucle ci forniranno ulteriori indicazioni.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*