ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Mondiali Budapest 2017: il Settebello piega il Kazakistan, ora testa alla Croazia
Mondiali Budapest 2017: il Settebello piega il Kazakistan, ora testa alla Croazia
Preliminary Round WaterPolo Men's Kazakistan KAZ (White Cup) Vs Italy ITA (Blue Cup) 6 Cristiano Mirarchi ITA Italy Day 10 23/07/2017 XVII FINA World Championships Aquatics City Park - Varosliget Lake Budapest Hungary Photo Pasquale Mesiano/Deepbluemedia/Insidefoto

Mondiali Budapest 2017: il Settebello piega il Kazakistan, ora testa alla Croazia

Mondiali pallanuoto 2017: nello spareggio del torneo di pallanuoto maschile il Settebello assolve il compitino e, battendo il Kazakistan, si guadagna la Croazia.

Nell’acqua della capitale magiara gli azzurri di Campagna piegano 12-7 il Kazakistan nel playoff che valeva come ammissione ai quarti di finale dei Mondiali di pallanuoto. Ora per i colossi azzurri si avvicina l’appuntamento, molto più provante, contro la temibile Croazia: la forma fisica e le motivazioni ci sono tutte, l’obiettivo minimo dichiarato è arrivare in zona-medaglie entrando fra le primo quattro del circuito. Il Settebello ha insomma tutte le carte giuste da giocarsi contro la nazionale balcanica vicecampione mondiale ed olimpica in carica.

Sandro Campagna rispolvera fra i pali dal 1’ il capitano di mille battaglie Stefano Tempesti; gli azzurri rompono il tabellino dopo due minuti e mezzo con Andrea Fondelli, poi Cristiano Mirarchi produce il raddoppio. Poi segnano ancora l’eroe dei due mondi, in superiorità numerica, e il kazako Shakenov per il 3-1 dei primi 8’.

Nel secondo quarto Aicardi si procura il rigore che Di Fulvio trasforma con freddezza; Shakenov riporta i suoi a -2, ma è ancora l’attaccante pescarese della Pro Recco a ristabilire le distanze. Si finisce sul 5-2, con Sandro Campagna che però impreca per il 25%, l’1/4 in superiorità numerica dei suoi azzurri: un particolare su cui il c.t. non transigerà più contro la Croazia.

Nel terzo tempo non si segna per 3’ e mezzo. A marcare il tabellino ci pensano poi Vincenzo Renzuto Iodice dall’angolo e Shakenov dai cinque metri; Michael Bodegas, servito magistralmente da Renzuto Iodice, fa 7-3. Lo stesso centroboa partenopeo ne segna altri due, per il 9-3 che consente agli azzurri di tranquillizzarsi e cominciare a tirare i remi in barca.

Il calo di concentrazione del Settebello è vistoso nell’ultimo quarto quando, con Tempesti fuori e Volarevic fra i pali, si scompone naturalmente in difesa consentendo al Kazakistan di rimpolpare il suo magro bottino. Per gli azzurri vanno a segno un doppio Mirarchi e Michael Bodegas. Si chiude sul 12-7: gli azzurri sono ai quarti come ci si aspettava; ora testa alla Croazia.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*