ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Scherma, Mondiali Lipsia 2017: meravigliose sciabolatrici: è oro!
Scherma, Mondiali Lipsia 2017: meravigliose sciabolatrici: è oro!
LEIPZIG2017 World Championships Women's Saber In the photo: CRISCIO Martina, GREGORIO Rossella, GULOTTA Loreta, VECCHI Irene Photo Bizzi-Trifiletti

Scherma, Mondiali Lipsia 2017: meravigliose sciabolatrici: è oro!

Capolavoro azzurro nella sciabola femminile: il quartetto agli ordini di Giovanni Sirovich conquista una fantastica medaglia d’oro ai Campionati Mondiali 2017 di scherma a Lipsia, confermando di aver ormai raggiunto l’apice della specialità.

Irene Vecchi, Rossella Gregorio, Loreta Gulotta e Martina Criscio: queste le fantastiche quattro ragazze protagoniste di una cavalcata trionfale sin dagli ottavi di finale. La corsa comincia con il buon debutto contro la Bielorussia, battuta per 45-34, e prosegue con la più larga vittoria sul Messico per 45-30. Poi la grande prova in semifinale contro la Francia: un testa a testa contro le odiate cugine, deciso con il punteggio di 45-42 grazie ad un impeccabile ultimo assalto di Gregorio contro la rivale Queroli.

Infine ecco la finale che vede opposte le nostre portacolori alla Corea del Sud: le asiatiche, guidate dalla campionessa olimpica di Londra 2012 Kim Jiyeon, vengono piegate con il netto punteggio di 45-27, regalando così all’Italia un incredibile Grand Slam cominciato con le vittorie ai Campionati Europei del mese scorso e proseguito con questo titolo iridato e la conseguente Coppa del Mondo di specialità.

“Abbiamo lavorato tanto e costruito questo successo mattone dopo mattone. Oggi è il tempo di festeggiare”, è il commento entusiasta del ct Sirovich, mentre Rossella Gregorio afferma che una vittoria così bella l’aveva sognata, ma “la realtà è più bella del sogno”.

Tradisce le attese la spada maschile, forte dell’oro individuale vinto da Paolo Pizzo. L’esperto siciliano, assieme a Marco Fichera, Enrico Garozzo ed Andrea Santarelli, compone il quartetto azzurro agli ordini del commissario tecnico Sandro Cuomo. Dopo aver superato la Svezia per 24-8 e gli Stati Uniti per 23-19, gli azzurri si inceppano nella gara dei quarti di finale contro la Svizzera: gli elvetici si impongono per 22-20 dopo essere passati in vantaggio fino a metà gara.

La debacle degli spadisti fa coppia con quella delle colleghe donne, che per giunta hanno deluso le attese anche sul piano individuale. Bisognerà rivedere i piani e fare una pausa di riflessione da parte degli esponenti di un’arma troppo altalenante nonostante ottime individualità.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*