ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Europei Herning 2017: Voss batte Bronzini. Pedersen oro under 23
Europei Herning 2017: Voss batte Bronzini. Pedersen oro under 23

Europei Herning 2017: Voss batte Bronzini. Pedersen oro under 23

Due vere e proprie icone del ciclismo femminile si contendono la prova élite ai Campionati Europei su strada di Herning 2017: sono Marianne Voss e Giorgia Bronzini, rispettivamente medaglia d’oro e d’argento. Ancora Danimarca nella gara under 23 uomini: primo Casper Pedersen.

Il percorso non lascia molto spazio all’immaginazione, eppure nessuna delle due corse in programma quest’oggi finisce con uno sprint a ranghi compatti, per via di numerosi attacchi nel finale che scompaginano i piani di alcune squadre. Tra le donne il drappello buono si forma a 25 km alla conclusione e a comporlo sono, tra le altre, l’ex cannibale Marianne Vos e le azzurre Giorgia Bronzini ed Elisa Longo Borghini.

Sette elementi totali, ma complici le cadute alla fine rimangono in quattro. Longo Borghini dà tutto nel finale per aiutare la più esperta compagna, certamente la più veloce tra le due. Bronzini, dal canto suo, comincia un duello all’ultimo chilometro con la rivale di sempre Marianne Voss, ma è quest’ultima ad avere la meglio, andando a prendersi il titolo continentale. La piacentina aveva battuto l’olandese per due volte consecutive ai campionati mondiali, stavolta è lei ad inchinarsi alla rivale, ma può essere ugualmente soddisfatta per il modo in cui lei e le sue compagne riescono ad interpretare la gara.

Terzo gradino del podio, a due secondi, per la russa Olga Zabelinskaya, mentre Longo Borghini arriva assieme al gruppo, distante 15″: nel grosso del plotone anche le altre azzurre, in particolare Maria Giulia Confalonieri, nona, e Marta Bastianelli, undicesima.

Fuga vincente anche nella gara under 23: a poco meno di trenta chilometri all’arrivo vanno in avanscoperta il francese Benoît Cosnefroy, lo svizzero Marc Hirschi, il danese Casper Pedersen e il russo Petr Rikunov. Per tutti i chilometri finali il distacco con il gruppo non è superiore ai  trenta secondi, ma da dietro nessuno riesce a ricucire. Con uno sprint lunghissimo ad imporsi è il danese Casper Pedersen, che regala al suo Paese la quarta medaglia d’oro nella manifestazione di casa. Secondo posto per Cosnefoy, terzo Hirshi, mentre il gruppo giunge a quattro secondi regolati dal norvegese Kristoffer Halvorsen, campione mondiale di categoria, con Imerio Cima, primo degli italiani, al settimo posto.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*