ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Playoff Champions League: Liverpool e CSKA ok in trasferta; Qarabag e Apoel le sorprese
Playoff Champions League: Liverpool e CSKA ok in trasferta; Qarabag e Apoel le sorprese
Alexander-Arnold Hoffenheim-Liverpool, Playoff Champions League. theguardian.com

Playoff Champions League: Liverpool e CSKA ok in trasferta; Qarabag e Apoel le sorprese

Playoff Champions League, questi i risultati della prima serata: il Liverpool piega 2-1 l’Hoffenheim in Germania; vince il CSKA. Qarabag e Nicosia da sorpresa.

HOFFENHEIM-LIVERPOOL 1-2. I tedeschi di Julian Nagelsmann, altra sorpresa della scorsa Bundesliga insieme all’RB Lipsia, giocano la loro prima in Champions contro il Liverpool di Jurgen Klopp, che torna in Germania da nemico ma deve fare a meno di Coutinho, ormai a un passo dal Barcellona.

L’inizio è tutto di marca teutonica: al 14’ Lovren affossa Gnabry, l’arbitro con un po’ di indecisione assegna il calcio di rigore che però Kramaric si fa respingere da Mignolet. Solo a quel punto i Reds si svegliano: dopo una ghiotta occasione per Salah il vantaggio lo firma direttamente su punizione il terzino 19enne Alexander-Arnold.

Nella ripresa con l’Hoffenheim spesso proteso in avanti il Liverpool gioca altrettanto spesso di ripartenza e sfiora più volte il raddoppio, che arriva inesorabile al 73’ anche se in maniera fortunosa: cross di Milner, deviazione di Nordtveit che inganna Baumann e 0-2 Reds. La squadra di Nagelsmann non ci sta e riesce almeno a limitare i danni col gol di Uth all’87’, con Hubner che al 91’ di testa sfiora addirittura il pareggio: ad Anfield fra una settimana servirà la proverbiale impresa.

SPORTING LISBONA-STEAUA BUCAREST 0-0. Al José Alvalade contro i rumeni lo Sporting Lisbona non riesce a far valere il fattore campo, con la Steaua che alza il muro e resiste anche negli ultimi minuti in dieci per l’espulsione di Pintilli. Il forcing portoghese per tutta la partita produce un palo di Acuna, una testata di Bas Dost fuori di niente e un’occasione anche per l’ex Udinese e Sampdoria Bruno Fernandes.

YOUNG BOYS-CSKA MOSCA 0-1. Il CSKA Mosca vince in maniera molto rocambolesca e fortunata la trasferta svizzera a Berna sul campo dello Young Boys. Dopo una gara in cui meritano più i gialloneri di casa, al 91’ si consuma l’autentico harakiri della squadra svizzera: il difensore Adams Nuhu Kasim disimpegna per due volte di testa verso il portiere in uscita, il secondo spiazza l’estremo difensore che in una vana e disperata corsa non riesce ad evitare la frittata.

APOEL NICOSIA-SLAVIA PRAGA 2-0. Capolavoro cipriota: l’Apoel batte a domicilio lo Slavia Praga e ipoteca i gironi: dopo 120” appena sblocca De Camargo; al 10’ il pallonetto straordinario del cipriota Aloneftis mette in ghiacciaia il discorso.

QARABAG-COPENAGHEN 1-0. Alle 18 si era giocata la sfida fra Qarabag e Copenaghen: successo sorprendente anche se di misura e meritato per gli azeri, che vanno a segno col talentuoso Madatov su comodo tap-in. I Cavalieri vincono; ai Leoni danesi non resta che il ritorno per ribaltare tutto.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*