ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Torneo dell’Acropoli, Italbasket ko all’extratime con la Grecia: bicchiere da vedere a metà
Torneo dell’Acropoli, Italbasket ko all’extratime con la Grecia: bicchiere da vedere a metà
Melli Italbasket-Grecia. FIP Official Facebook

Torneo dell’Acropoli, Italbasket ko all’extratime con la Grecia: bicchiere da vedere a metà

Nella 2ª uscita del Torneo dell’Acropoli Italbasket incoccia nel secondo ko di fila: 70-73 all’extratime dalla Grecia. Fra ombre e luci, manca una settimana a EuroBasket.

La nazionale di Ettore Messina incappa nella seconda sconfitta consecutiva nel torneo ateniese, la quarta in meno di una settimana: un segnale questo che non incoraggia affatto, a una settimana dall’inizio degli Europei di basket che scatteranno in Israele.

Alla Grecia mancava anche la stella Antetokoumpo, eppure in un OAKA tutt’altro che gremita gli azzurri non hanno confermato i progressi mostrati ieri contro la Serbia: coach Messina dovrà lavorare tanto nel corso dell’ultima settimana per presentare un’ Italbasket orgogliosa e degna del suo nome ai nastri di partenza della prossima kermesse continentale.

Nel quintetto base non c’è Belinelli, tenuto a riposo in via precauzionale per un fastidio al ginocchio. In campo con Cusin, Melli, Hackett, Datome e Aradori gli azzurri iniziano forte con tante triple che li fanno volare sul 16-12 grazie ad Hackett, Melli e Datome. Quando tutto sembra funzionare ecco che riaccade il blackout: Italbasket si spegne e la Grecia ringrazia scavalcando e chiudendo in vantaggio 16-20 il primo quarto.

A inizio secondo il gioco da 3 di Melli e la penetrazione con fallo ricevuto di Aradori ci tengono attaccati agli ellenici sul 22-23. La nazionale di casa si tiene avanti, con i tre punti di Filloy e Della Valle e la grinta di Biligha che ci tengono lì, 31-33, all’intervallo.

Si gioca a lungo punto a punto finché la tripla di Hackett non ci riporta avanti sul 38-37. Seguono fasi concitate e confuse finché a emergere dalla mischia non è la nazionale di Fōtīs Katsikarīs che grazie a una palla persa da Della Valle s’invola sul 50-45 all’ultima sirena.

A inizio ultimo quarto è il momento difficile: si sprofonda fino al -10, Messina chiama timeout e con la tripla di Filloy, una bomba di Hackett e un appoggio a canestro di Burns ottiene la reazione sperata da parte dei nostri fino al 58-61. Il play dell’Olympia e l’italoamericano ci tengono fino al 62-63, poi è lo stesso Burns a trovare il punto del pari a 20” dalla fine. Inutile l’ultimo tiro di Hackett che non va a bersaglio. Si va al supplementare.

Lì però finisce di nuovo la benzina: Calathes s’inventa un canestro impossibile da centrocampo per il 66-70; Italbasket prova a metterci il cuore ma la gara finisce 70-73. Top scorer Hackett (19 punti), doppia cifra per Melli e Filloy (10 a testa). Ma è troppo poco: per gli Europei bisognerà inventarsi altro.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*