ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 2ª giornata: Napoli di rimonta; Milan e Lazio di misura. SPAL, storico successo!
Serie A, 2ª giornata: Napoli di rimonta; Milan e Lazio di misura. SPAL, storico successo!
Suso Milan-Cagliari, Serie A. lequipe.fr

Serie A, 2ª giornata: Napoli di rimonta; Milan e Lazio di misura. SPAL, storico successo!

Appena completata la 2ª di Serie A: il Napoli rimonta 3-1 l’Atalanta al San Paolo; Cagliari e Chievo fanno di tutto, ma Milan e Lazio vincono 2-1. SPAL, 3-2!

NAPOLI-ATALANTA 3-1. Nella prima in campionato al San Paolo il Napoli vince con lo stesso risultato di Verona: 3-1. Il punteggio però racconta un’altra storia, col gol prima subito e poi rimontato. L’Atalanta rischia di ripetere il Sacco di una stagione fa col gol di Cristante al 15’ e l’ottima gestione tattica di Gasperini che per 50’ imbriglia gli azzurri.

Per fortuna dei campani al 56’ Zielinski segna un gol di prepotenza pura che raddrizza le cose. Il raddoppio è cosa fatta dopo cinque minuti con Dries Mertens. All’87’ il croato Rog conclude un delizioso contropiede, segna il suo primo gol in Serie A e regala a Sarri la consapevolezza di un Napoli finalmente diventato maturo.

MILAN-CAGLIARI 2-1. Il Milan di Montella vince ancora: a San Siro arriva la sesta vittoria consecutiva in questo scorcio di stagione fra Serie A e playoff di Europa League, ma stavolta il successo è decisamente più sofferto per merito di un Cagliari indomabile che ha messo in evidente difficoltà i rossoneri durante tutto il match. In attesa che si accendano una volta per tutte i nuovi acquisti del reparto offensivo Montella si gode il suo vero bomber: Patrick Cutrone segna ancora (terzo gol in sette giorni!) e mostra a tutt’Italia che la sua stella è appena sorta.

La squadra di Rastelli però non molla di un centimetro e fa venire i sorci verdi alla difesa capitanata da Bonucci con la verve di Sau (palo), Farias e Joao Pedro.Proprio il brasiliano al 56’ trova il meritato pari dopo un errore in disimpegno di Kessié. Per fortuna del Milan c’è Suso, che al 69’ piazza una punizione da antologia: il Diavolo vince soffrendo le pene d’inferno, coi sardi tutti proiettati in attacco e meritevoli di un pari che stavolta non arriva. Montella in panca e Li Yonghong esultano, ma solo per il successo: il bel gioco non s’è visto.

CHIEVO-LAZIO 1-2. Solo a una manciata di secondi dal 90′ la Lazio riesce a piegare un Chievo ostico come non mai e a prendersi la prima vittoria del campionato. Dopo un buon inizio gialloblù Ciro Immobile sale in cattedra e da pochi passi firma l’1-0.

L’undici di Maran si fa preferire nell’atteggiamento e trova il meritato pari con l’ultimo arrivato Pucciarelli al 34’: per il toscano ex Empoli è il primo gol in questa Serie A. Nella ripresa, a spezzare il sostanziale equilibrio, arriva l’episodio che fa deviare la partita dai binari del pareggio: Milinkovic-Savic s’inventa una sassata micidiale che batte Sorrentino e i veneti, i biancocelesti espugnano 1-2 il Bentegodi.

FIORENTINA-SAMPDORIA 1-2. Uno-due micidiale e Viola di nuovo al tappeto nonostante la reazione: al Franchi la Fiorentina di Stefano Pioli conosce la seconda sconfitta consecutiva e va già in crisi.

Discorso abbondantemente e diametralmente opposto per la bella e concreta Samp di Giampaolo: l’uno-due firmato da Caprari al 32’ e da Quagliarella (sesto gol alla sua ex squadra) al 35’  mette le cose sui binari giusti per i blucerchiati. Solo l’ingresso di Gaspar nelle fila toscane accende la luce; Badelj accorcia e la Fiorentina potrebbe anche acciuffare il pari, non fosse per gli interventi miracolosi di Puggioni, decisamente migliore in campo.

SPAL-UDINESE 3-2. Incredibile, al Paolo Mazza di Ferrara: la SPAL torna a giocare una gara di Serie A davanti al proprio pubblico e ottiene una vittoria incredibile all’ultimo minuto al termine di una gara pazza. Gli estensi di Semplici vanno sul doppio vantaggio col bel gol di Borriello nel pt e il raddoppio di Lazzari nel st (secondo gol convalidato con il VAR).

L’Udinese di Delneri, a lungo irretita e irriconoscibile, riesce fortunosamente a riacciuffare il pareggio col colpo di testa dell’olandese Nuytinck e il rigore di Thereau all’87’ (anche questo concesso con la moviola). Quando la beffa per la SPAL sembra materializzarsi, con un tiro a giro perfetto Rizzo fa esplodere il Mazza e tutta Ferrara col gol del 3-2: vittoria meritata, la SPAL è tornata pure in Serie A.

CROTONE-VERONA 0-0. L’unico pareggio a reti bianche di giornata arriva dallo Scida, dove Crotone e Verona non riescono a sopravanzarsi, tornando a casa comunque con un punto a testa. I calabresi di Nicola però lo fanno con più rimpianti, viste le sei occasioni avute e la clamorosa traversa di Ajeti negli ultimi minuti. L’Hellas gioca una gara spuntata e lo stesso capitan Pazzini, tenuto in panchina da Pecchia per la seconda giornata consecutiva, non riesce a incidere.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*