ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > US Open 2017, che partenza: soffre Federer, Nastase attacca Sharapova
US Open 2017, che partenza: soffre Federer, Nastase attacca Sharapova

US Open 2017, che partenza: soffre Federer, Nastase attacca Sharapova

Saranno anche gli US Open 2017 delle defezioni, ma di certo non mancano le emozioni sin dall’avvio di quest’ultimo Slam stagionale di scena sul cemento di Flushing Meadows: tra gli uomini Roger Federer soffre terribilmente ma avanza al secondo turno, tra le donne subito fuori Angelique Kerber e Simona Halep, quest’ultima messa Ko da una rediviva Maria Sharapova.

È il grande favorito del torneo, ma la partenza non è delle migliori. Roger Federer deve sudare sette camicie e cinque set contro il francese Francis Tiafoe, che per qualche attimo culla il sogno della grande impresa. Lo svizzero porta a casa la partita in 46 62 61 16 64, ma deve fare i conti con ben 56 errori gratuiti e una condizione che, dopo due settimane di stop, no è ancora delle migliori.

Diverso l’andamento del suo principale avversario Rafael Nadal, che nonostante fatichi più del previsto per prendere le misure al serbo Dusan Lajovic, alla fine riesce ad imporsi in tre set con il punteggio di 76 62 62. Continua la lotta a distanza, allora, per il titolo e soprattutto per il trono del ranking atp.

Grande interesse sta suscitando il torneo femminile, dove sono in tante a sperare di arrivare fino in fondo. Di sicuro, tra queste, non c’è la campionessa uscente Angelique Kerber, che completa il suo annus horribilis con un antro Ko al primo turno. A fermare la tedesca è la giapponese Naomi Osaka: era dal 2004 che la vincitrice dell’anno precedente non usciva al debutto (allora la sventurata fu la russa Svetlana Kuznetsova, subito out).

Il match clou del primo turno, però, ha visto opposte Simona Halep e Maria Sharapova. La trionfatrice è la russa, che esordisce in maniera convincente dopo aver saltato Wimbledon, ma deve fare i conti con le roventi polemiche che l’accompagnano sin dal suo ritorno in campo dopo la squalifica per doping. Durissime, in particolare, le parole di un illustre connazionale della Halep, l’ex campione romeno Ilja Nastase, che ha dichiarato “Non è normale che lascino giocare una che si è drogata“.

Intanto il torneo va avanti.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*