ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Under 21, l’Italia strapazza la Slovenia: Spagna dimenticata
Under 21, l’Italia strapazza la Slovenia: Spagna dimenticata
Italia-Slovenia Under 21. sportmed

Under 21, l’Italia strapazza la Slovenia: Spagna dimenticata

Dopo il 3-0 di Toledo, l’Italia Under 21 e si rialza: al Tombolato di Cittadella gli azzurrini fanno fuori 4-1 la Slovenia. Cutrone ancora in gol.

La prima amichevole del nuovo biennio dell’Under 21 era andata male, con il 3-0 della Spagna in casa sua venerdì che ha confermato quanto agli azzurrini la Rojita sia indigesta – come dimostra la recente lezione patita agli Europei di categoria.

La Nazionale di Gigi Di Biagio si è però ripresa subito impartendo alla Slovenia una lezione tanto bello quanto severa: risultato già in ghiacciaia nel primo tempo e squadra che ha dimostrato di aver smaltito le scorie del primo test stagionale, mandando a segno nel poker finale tanti giocatori alla loro prima gioia con l’Italia Under 21.

Gigi Di Biagio ha infatti trovato un attaccante dal potenziale importante e che ora sta affrontando il momento della sua grande consacrazione: Patrick Cutrone, infatti, l’ha fatto di nuovo segnando il suo primo gol con l’Italia Under 21 dopo i quattro nelle partiti ufficiali di agosto del suo Milan.

Se Cutrone è un volto del tutto nuovo, lo è solo a metà il compagno di reparto Andrea Favilli: la punta dell’Ascoli scuola Juventus ha infatti segnato il suo primo gol in azzurrino alla quarta presenza (tutte nel 2017) mettendo in mostra la bontà dei suoi mezzi.

Encomiabili per impegno, nella serata di Cittadella tutti gli azzurrini hanno brillato non poco dimostrando di avere grinta da vendere. Lo hanno dimostrato per esempio Barella e Locatelli, veri padroni del centrocampo insieme a Mandragora. Ancor di più Federico Chiesa, ormai astro nascente del calcio italiano e campione in erba come papà (da rivedere il suo gol del 3-0)

Di Biagio ha comunque ricevuto risposte eccellenti da tutti quanti gli azzurrini, anche dopo l’abbassamento di tensione che ha portato al gol della bandiera sloveno segnato da Kramaric su errore in uscita di Audero. Già prima il ct aveva mandato in campo gli altri due nuovi Murgia e Adjapong (fresco di cittadinanza) al posto di Barella e Romagna; dopo il 31 gli esperimenti sono proseguiti con Romagna, Chiesa e Cutrone sostituiti da Bonifazi, Parigini e Vido, ex proprio del Cittadella. Nel finale fuori anche Audero, Favilli e Verde, dentro Montipò, Cerri ed Orsolini.

Proprio il centrocampista/attaccante dell’Atalanta in orbita Juventus ha sigillato la larga vittoria della nostra Under 21: un 4-1 che ci voleva per ripartire bene e gettare le fondamenta del prossimo biennio.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*