ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > EuroBasket 2017, Italia fra show e surplace ma la Finlandia è battuta: ora quarti
EuroBasket 2017, Italia fra show e surplace ma la Finlandia è battuta: ora quarti
Niccolò Melli Italbasket Italia-Finlandia, EuroBasket 2017. fiba.basketball

EuroBasket 2017, Italia fra show e surplace ma la Finlandia è battuta: ora quarti

EuroBasket 2017, l’Italia centra l’obiettivo minimo: gli azzurri di Messina entrano nella Top 8 continentale grazie al 70-57 alla Finlandia.

La Nazionale azzurra era attesa da una gara insidiosa, contro una delle migliori squadre di questo EuroBasket 2017, guidata da un Lauri Markkanen stella assoluta. Invece i nostri hanno dimostrato di meritare ampiamente la permanenza a Istanbul e con un primo tempo spaziale hanno messo presto le cose in chiaro, abbassando forse un po’ troppo la guardia ma senza dare mai avversari la sensazione di poter subire una rimonta poderosa.

Gara importante e decisa dagli azzurri sin dall’approccio: tutto il quintetto a parte Cusin va a segno presto e lo stesso spauracchio Markkanen si vede per la prima volta solo quando segna il 12-5 per noi. A brillare però non è il talento in quota Bulls, bensì Niccolò Melli che in difesa se lo divora con tutte le ossa vincendo anche il confronto in attacco (10 punti per la nuova ala del Fenerbahce). L’Italia di oggi poi è tutto un concerto, con numeri impressionanti a tiro, 8/12, e da tre, 6/8; il solo Salin tra i finnici prova a tenere dritta la barra, per il resto gli azzurri fanno quello che vogliono, come dimostra il 30-17 sulla prima sirena.

Anche il secondo però mette in mostra un’Italbasket finalmente bella e convincente, senza più nessuna tara mentale e capace di giocare una grande pallacanestro. Con Datome e Hackett (100 presenze in Nazionale per lui) per due volte tocchiamo il +19, fino a cristallizzare il punteggio pre-intervallo sul 48-29.

Una volta tornati sul parquet si assiste al duello nel duello fra Koponen e Belinelli: l’ex virtusino fa 7 dei suoi 13 punti totali, ma il nuovo cestista degli Hawks fa ancora meglio siglando in 20’ tutto il suo bottino personale. Il Beli è il Beli, insomma.

Poi però si ripete la solita solfa: forse paghi del risultato gli azzurri abbassano la guardia, prestando il fianco a una Finlandia che per nostra fortuna non è in giornata e arriva solo a solleticarli sul -11 grazie a Koponen. In difesa l’attenzione non viene mai troppo meno, le difficoltà casomai si palesano in attacco, visto che negli ultimi 18’ i nostri segnano appena 17 punti. Nell’eventuale sfida alla Serbia, casomai, bisognerà limare anche questi dettagli se si vorrà andare. Per ora però l’Italia ha fatto il suo: siamo ai quarti, va bene così.

 


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*